Inter e Juventus, Commisso blinda Chiesa: “Non lo vendo neanche per 100 milioni”

Il nuovo presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, gela Inter e Juventus per Chiesa. Il patron viola non ha intenzione di cedere il suo gioiello, almeno per quest’anno

Chiesa Bayern Monaco
Federico Chiesa © Getty Images

È Federico Chiesa il gioiello più splendente del calcio italiano. L’esterno della Fiorentina è cresciuto in maniera esponenziale nelle ultime due stagioni, diventando il leader della squadra viola nonostante la giovane età. E soprattutto scatenando i desideri dei top club italiani ed europei. La Premier ci aveva fatto un pensierino con il Tottenham, ma la pista non si è mai realmente scaldata. Inter e Juventus, invece, sono concretamente e da diverso tempo sulle tracce del figlio d’arte. Strapparlo alla Fiorentina, però, sarà difficilissimo ora che alla presidenza si è insediato Rocco Commisso. Il neo patron del club gigliato ha blindato a doppia mandata il futuro di Chiesa: “Non lo vendo neanche per 100 milioni“.

Leggi anche —–> Inter, non solo Barella: spunta un clamoroso ritorno

Inter e Juventus, Commisso gela le pretendenti per Chiesa

Rocco Commisso, nuovo presidente della Fiorentina, ha ribadito come Federico Chiesa – attualmente impegnato all’Europeo Under 21, in cui ha segnato una doppietta all’esordio – sia del tutto incedibile. Il patron italoamericano ha avvertito le pretendenti, quindi in primis Inter e Juventus: “Non lo vendo nemmeno per 100 milioni. L’ho visto giocare e ha fatto cose straordinarie, è il nostro orgoglio – ha detto a ‘Il Corriere dello Sport’ -. Il giorno della mia presentazione ho detto che rappresenta la Fiorentina in Nazionale ed è un orgoglio unico. Non abbiamo bisogno di soldi e non ci sono clausole rescissorie”.

Per tutte le ultime notizie sul mercato dell’Inter CLICCA QUI!

Soprattutto Commisso vuole creare un rapporto importante con il suo popolo, riuscendo dove hanno fallito i Della Valle. Il numero uno della Fiorentina vorrebbe che Chiesa diventasse una bandiera, ma per ora si accontenta di andare per gradi: “Vorrei tenerlo a Firenze almeno un altro anno, vorrei trattenerlo anche di più ma vedremo. Non ci ho ancora parlato ma lo farò presto, ora deve rimanere concentrato. Quando faccio una promessa la mantengo, come potrei cominciare la mia avventura vendendo il giocatore che rappresenta il club in Nazionale?”

F.I.