Italia-Svizzera, Yakin senza paura: “Avremo ottime chances”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:15

Alla vigilia del match dell’Olimpico tra Italia e Svizzera, valido per le Qualificazioni Mondiali a Qatar 2022, il tecnico Murat Yakin ha parlato in conferenza stampa

Sotto la sua gestione, Murat Yakin, il ct della Svizzera che ha sostituito Vladimir Petkovic alla guida degli elvetici dopo Euro 2020, può già fregiarsi del merito di aver bloccato i campioni d’Europa sullo 0-0 nel match del 5 settembre. La classifica del Gruppo C, ancora tutta da definire, vede gli azzurri appaiati alla Svizzera a quota 14.

LEGGI ANCHE >>> Mancini è nei guai: infortunio e out per Italia-Svizzera

Per restare aggiornato e dire la tua su tutte le ultime news di calciomercato, le curiosità e non solo, seguici sui nostri profili FACEBOOKTWITTER e INSTAGRAM!

Italia Svizzera Mancini
Mancini, Italia-Spagna © Getty Images

Alla vigilia del match di Roma, remake di quello disputato nella kermesse continentale che poi ha visto trionfare gli azzurri a Wembley contro l’Inghilterra, il nuovo commissario tecnico ha parlato in conferenza stampa. Parole improntate alla fiducia e all’ottimismo, quelle pronunciate dall’allenatore di origini turche.

Italia-Svizzera, le parole del ct Yakin

Murat Yakin Svizzera
Murat Yakin © LaPresse

“Ci siamo preparati bene e siamo pronti per questo duello. Siamo già qualificati per il secondo posto, avremo la testa sgombra e ora tutto è nelle nostre mani. Cercheremo di vincere. Non avremo la stessa formazione schierata a settembre – ha proseguito il ct -, così come l’Italia. E poi non è domani che si decide, ci sono sei punti in tutto e proveremo il più possibile a dar fastidio all’Italia. Loro sono campioni d’Europa, noi dobbiamo essere proattivi e far valere le nostre occasioni da gol. Se ci chiudiamo e basta non faremo nulla di buono, possiamo disputare una buona gara. Col giusto tempismo e spinta avremo ottime chances”.

LEGGI ANCHE >>> Italia-Svizzera, Mancini perde due pedine a centrocampo

“Vogliamo passare e dobbiamo vincere la partita, questo è evidente. Vedremo poi come si svilupperà la partita, la squadra vuole giocare a calcio divertendosi, poi il risultato si profilerà col minutaggio del match. Quella di Mancini è squadra insieme da 3-4 anni, io sono qui da pochi mesi ma abbiamo trovato stabilità difensiva. Abbiamo dei giocatori in difesa molto forti, che però devono attivarsi di più in avanti. Dobbiamo però essere anche coraggiosi, senza rischi non si vince. La squadra vive anche di questa euforia e questa euforia ci ha dato ulteriore fiducia nei nostri mezzi. Se riusciremo a battere l’Italia, questa euforia aumenterà”.

LEGGI ANCHE >>> Tegola Immobile non solo per Mancini: i tempi di recupero ‘spaventano’ Sarri

“Sono lieto e felice in questa sede di giocare contro i campioni in carica, è un’occasione che ci godremo al di là del risultato. Ho provato a dare alla squadra la giusta strategia in vista di domani. Chi giocherà domani? La squadra si è allenata bene, oggi ci sarà la rifinitura, gli esperimenti li abbiamo fatti ieri e l’altro ieri. La formazione è già definita ma la comunicherò domani”, ha concluso Yakin.