Calciomercato Roma, esterno verso l’addio: ancora Serie A nel futuro?

L’esterno della Roma Santon non ha trovato fin qui molto spazio, per tale ragione potrebbe cambiare club a gennaio pur restando in Serie A

Roma Santon
Davide Santn (Getty Images)

Soltanto 21 minuti in campionato per Davide Santon, 111 totali se si tiene conto anche dell’unica presenza da titolare arrivata contro il Wolfsberger in Europa League. Il misero bottino raccolto dal terzino ex Inter fa ipotizzare un addio imminente, che potrà concretizzarsi soltanto nella sessione invernale di calciomercato. Il classe 1991, che da giovanissimo prometteva di diventare una stella del calcio italiano, ha spesso deluso le aspettative ed ora, in quello che dovrebbe essere il momento clou della sua carriera, potrebbe arrivare per lui un giusto ridimensionamento. Già in estate, per l’esterno, si parlava della forte possibilità di un addio. A gennaio, così, qualche club di medio-bassa classifica di Serie A potrebbe approfittare del malcontento del calciatore per presentare la propria offerta alla Roma, che non si opporrebbe certo ad una sua cessione.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato Milan, De Paul rinnova con l’Udinese ma i rossoneri non mollano

Roma Santon: Sassuolo, SPAL o Parma nel futuro?

Tra i possibili club interessati c’è sicuramente la SPAL, che un tentativo per Santon lo aveva già fatto nei mesi estivi e che potrebbe ripresentarsi alla porta dei giallorossi con una nuova offerta. Altro club al quale farebbe comodo il terzino potrebbe essere il Sassuolo di De Zerbi, tecnico che fa del gioco sulle fasce il proprio punto di forza.

Per tutte le ultime notizie sul mercato della Roma CLICCA QUI!

Nel club neroverde, come in quello ferrarese, Santon troverebbe una dimensione adatta alle sue esigenze, in cui sarebbe padrone assoluto del reparto in questione. Anche al Parma, altro club che lotterà dalle retrovie per acciuffare un posto di metà classifica, potrebbe fare piacere accogliere in rosa il terzino. Il valore di mercato del numero 18 della Roma si aggira tra i 5 e gli 8 milioni di euro, offerta che potrebbe dunque bastare per convincere la società della sua cessione.

M.D.A.