Inter, Lautaro: triplice messaggio per Conte

L’Inter può contare su un Lautaro Martinez in grande forma. L’argentino è reduce da un tripletta con la Nazionale e pare il favorito per affiancare Lukaku

Lautaro Martinez Inter (Getty Images)
Lautaro Martinez Inter (Getty Images)

L’Argentina consegna all’Inter un Lautaro Martinez al top. Assenti Messi e Aguero, l’attaccante nerazzurro è stato l’autentico mattatore nell’amichevole contro il Messico giocata negli Stati Uniti. Il “Toro” ha messo a segno 3 dei 4 gol con cui la sua Nazionale ha travolto gli avversari e procurato il rigore trasformato da Paredes. Incontenibile la gioia di Lautaro nel post gara: “Sono davvero molto emozionato perché non succede tutti i giorni di vestire questa maglia e segnare tre gol. Ripenso a tutti i sacrifici fatti per arrivare fin qui e dedico questa tripletta alla mia famiglia”. Il 22enne nato a Bahia Bianca ha esordito con l’Albiceleste a marzo dello scorso anno, guadagnando pian piano spazio, malgrado la concorrenza spietata. Con la tripletta rifilata al Messico, l’attaccante ha portato a 9 le reti con la Seleccion, in 13 presenze.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Inter, Lautaro in corsa con Sanchez per un posto al fianco di Lukaku

Leggi anche – Calciomercato Inter, il ritorno di Icardi non è impossibile. Ecco perchè

Lo scorso anno, dopo i problemi iniziali con Spalletti, l’attaccante ha collezionato un totale di 35 presenze e 9 gol, uno lo ha realizzato nelle prime due giornate di questo campionato. Lautaro rientrerà ad Appiano Gentile solo domani, a due giorni dalla sfida contro l’Udinese. E’ probabile che Conte per ovvi motivi legati al fuso orario, sabato sera faccia debuttare Sanchez, esploso proprio con i friulani nel triennio 2008/2011. Per il resto della stagione, sarà un derby tutto sudamericano tra il cileno e l’argentino per affiancare  Lukaku. Entrambi sono giocatori duttili, capaci di svolgere più ruoli nel reparto offensivo. Visto lo stato di forma dimostrato con l’Argentina, il Toro pare in vantaggio sul Nino Maravilla. In futuro non si esclude un cambio di modulo per far coesistere i due. La decisione spetta a Conte.

Q.G.