Calciomercato Roma, caccia al dopo Dzeko: la situazione

La Roma deve completare la rosa: i movimenti dei giallorossi dipendono da Dzeko. Il bosniaco sta per accasarsi all’Inter e bisogna trovare il sostituto

Gonzalo Higuain Roma (Getty Images)

La Roma e Dzeko stanno per dirsi addio. Il bosniaco da tempo ha le valigie pronte per viaggiare verso l’Inter, malgrado il tecnico Fonseca e la dirigenza giallorossa abbiano provato a fargli fare dietrofront. A Trigoria sono in attesa delle prossime mosse della Juventus. Nel caso in cui avvenisse lo scambio tra Dybala e Icardi, il posto da centravanti sarebbe occupato dal giocatore nerazzurro. Si riaprirebbe dunque in maniera concreta la pista che porta a Higuain. Girano indiscrezioni secondo cui il fratello e agente del Pipita fosse nella gioranta di ieri nel centro sportivo “Fulvio Bernardini” per parlare con la dirigenza, ma le parti hanno smentito. L’ex Chelsea, dal canto suo, sta lavorando sodo alla Continassa per convincere la Juventus a tenerselo stretto. Il centravanti sudamericano intendo giocarsi le sue carte con Sarri, che è stato l’allenatore che meglio lo ha valorizzato ai tempi del Napoli, cosa che non si ripetuta nella passata stagione a Londra.  Il nodo da sciogliere per l’ipotetico passaggio di Higuain alla Capitale è di natura economica: 7,5 milioni per altri due anni sono troppi per la Roma. I bianconeri potrebbero contribuire con una buonuscita. Come alternativa resta in piedi il nome di Mariano Diaz, in uscita dal real Madrid. Inoltre, al ds giallorosso Petrachi è stato proposto Ben Yedder, 29enne nazionale francese di origini tunisine, attaccante del Siviglia.

Per tutte le ultime notizie sul mercato della Roma CLICCA QUI

Calciomercato Roma, non solo il dopo Dzeko. Servono diversi giocatori per altri ruoli

A parte il capitolo centravanti i giallorossi devono ancora ingaggiare l’esterno per sopperire alla partenza di El Shaarawy. In difesa dopo la partenza Karsdorp, per l’eventuale sostituzione si fanno i nomi di Hysaj e Zappacosta. Intanto, la Roma sta creando un asse con la Francia per sistemare gli esuberi, come per esempio Olsen e Nzonzi.  Dopo un solo anno nella Capitale il portiere svedese sta per  firmare con il Montpellier sulla base di un prestito con diritto di riscatto. Nzonzi,  invece, prelevato lo scorso anno dal Siviglia per quasi 30 milioni, invece è finito nel mirino del Rennes. Il problema resta il costo del cartellino che si aggira intorno ai 25 milioni. Anche in questo caso si potrebbe ricorrere al prestito con i giallorossi che potrebbero contribuire all’ingaggio di oltre 3 milioni annui.