Iachini Empoli
Iachini ©Getty Images

Dopo l’esonero di ieri di Andreazzoli, l’Empoli si prepara ad abbracciare Giuseppe Iachini per parovare a centrale la permanenza in A. Ecco come potrebbe cambiare la squadra toscana.

L’Empoli si prepara ad abbracciare Giuseppe Iachini. Aurelio Andreazzoli è stato ufficialmente sollevato ieri dall’incarico di allenatore empolese a causa degli scarsi risultati ottenuti dopo le prime 11 apparizioni in Serie A. Pur avendo espresso un ottimo gioco, i soli 6 punti conquistati sono stati fatali al tecnico di Massa, che ha lasciato la squadra toscana dopo 35 partite e un titolo vinto nel campionato cadetto nella passata stagione. Iachini avrà il compito di centrare l’impresa di rimanere in Serie A. Nella sue 520 panchine in carriera, il tecnico ex Sassuolo ha dimostrato di saper fare a meno del bel gioco, privilegiando la concretezza e la stabilità in mezzo al campo.

Ma come cambierà l’Empoli dunque con l’arrivo di Iachini in panchina? Sicuramente l’allenatore di Ascoli Piceno chiederà al presidente Corsi di intervenire nel calciomercato di gennaio con rinforzi di esperienza e carattere. Con un Caputo che si sta dimostrando più che all’altezza di guidare l’attacco azzurro, i reparti in cui i toscani dovranno intervenire saranno probabilmente il centrocampo e la difesa.

Calciomercato Empoli, come cambiano i toscani con Iachini

Iachini Empoli
Giuseppe Iachini e Di Francesco (Getty Images)

La linea mediana dell’Empoli è forse quella che sembra soffrire maggiormente le qualità della altre squadre, non riuscendo a gestire al meglio la fase difensiva. Ecco quindi le occasioni di gennaio potrebbero essere interessanti per portare un giusto mix di esperienza e qualità alla squadra di Iachini. Tra queste ci sono i profili di Montolivo e José Mauri, entrambi ai margini della rosa del Milan, che potrebbero fare al caso di Iachini. L’ex capitano della Fiorentina garantirebbe esperienza importante e carattere in mezzo al campo. Il centrocampista argentino ritroverebbe un ambiente che ha saputo esaltare le sue ottime doti di palleggio e inserimenti offensivi.

Un altro nome da non scartare è quello del croato giallorosso Ante Coric, arrivato a Roma  dalla Dinamo Zagabria ma non considerato ancora maturo da Di Francesco per far parte di una squadra in lotta per le posizioni di vertice. Il croato potrebbe dare a Iachini una valida alternativa di qualità sulla trequarti, sostituendo all’occorrenza lo sloveno Zajc. Il reparto arretrato potrebbe beneficiare di un altro ritorno importante dopo quello di Mauri. Ci riferiamo a quello del centrale Sebastiano Luperto, chiuso a Napoli dai più esperti Albiol, Koulibaly e Maksimovic. La scorsa stagione il 22enne è stato tra i protagonisti della difesa che ha portato i toscani a conquistare la vetta della Serie B. Per di più, da terzino sinistro adattato al centro, potrebbe essere utilissimo anche nel caso di un eventuale utilizzo del reparto a tre.

Non è la prima volta che Iachini ha il compito a traghettare un club verso la salvezza. La scorsa stagione il tecnico marchigiano approdò a Sassuolo per sostituire un deludente Cristian Bucchi. In quel frangente Iachini riuscì nell’impresa di rimanere in A, conquistando 32 punti che gli valsero la undicesima piazza. Ma non la riconferma sulla panchina neroverde.