Calciomercato Milan, rivoluzione in estate: Kessie tra i possibili sacrificati?

Il Milan prepara una vera e propria rivoluzione per la prossima estate e fra i probabili addii spicca quello di Franck Kessie.

Kessie futuro
GettyImages

Il Milan prepara una vera e propria rivoluzione per la prossima estate e fra i probabili addii spicca quello di Franck Kessie. Il calciatore sarebbe infatti tra i possibili sacrificati per andare a recuperare una cospicua somma da poter poi investire sul mercato e andar nuovamente a ricostruire la squadra dopo una stagione che al momento risulta deludente. Tornano quindi alla carica vari club interessati che potrebbe permettere ai rossoneri di non fare minusvalenza, ma per lo meno di andare in pari con l’acquisto del giocatore durante la lunga trattativa che lo portò a lasciare l’Atalanta per i rossoneri.

Leggi anche —> Calciomercato Roma, Florenzi sempre più vicino all’addio?

Calciomercato Milan, Kessie seguito dal Wolverhampton

Tra le squadre fortemente interessate a Kessie c’è sicuramente il Wolverhampton. Gli inglesi puntano quindi a portar in Inghilterra un nuovo calciatore proveniente dal Milan dopo il colpo Cutrone. L’ex giocatore dell’Atalanta è già stato accostato agli inglesi durante il trasferimento dell’attaccante in Premier League, ma il tutto si concluse con un nulla di fatto. Ora i Wolves ci riprovano, con il prezzo del centrocampista fissato a 25 milioni di euro, e con il Milan che non accetta contropartite.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Per il calciatore ivoriano a far da ago della bilancia anche un rendimento deludente, con prestazioni che hanno portato la società ad indicare il suo nome come possibile giocatore partente nella sessione estiva del mercato. Tra Kessie ed il Milan non è mai scoccata la scintilla, a causa anche dei risultati, che fino a questo momento hanno regalato poche gioie sia al centrocampista che al club rossonero. Con un’offerta adeguata sarebbe certo il suo addio, col giocatore che accetterebbe senza troppi problemi l’esperienza all’estero ed in un campionato competitivo come la Premier League.