Juventus, ESCLUSIVO Porrini: “De Ligt non è un top player. Higuain via, sì a Icardi”

Sergio Porrini in esclusiva a Calciomercatoweb.it. L’ex difensore della Juventus, attualmente vice di Reja sulla panchina della Nazionale albanese, ha parlato di de Ligt, Higuain, Icardi e di molti altri temi

Juventus, Porrini su de Ligt, Higuain e Icardi
Sergio Porrini (Getty Images)

De Ligt è l’ultimo acquisto in ordine di tempo della Juventus. Costo del cartellino  75 milioni e ingaggio da top player. Cosa ne pensi? 

“È un giocatore giovane ma ha dato la sensazione di essere già esperto. Ha una grande personalità, bravo tecnicamente, forte fisicamente e di testa. Secondo me è molto adatto al tipo di difensore che vuole Sarri, che tiene una linea sempre molto alta. Credo sia il profilo migliore in questo momento. Rispetto ad altri giocatori ha qualcosa in più. Poi è anche vero che il costo molto elevato del suo cartellino, gli impone di non sbagliare nemmeno una partita”.

Esagerato definirlo top player?

Secondo me sì. Sicuramente è un giocatore di grande prospettiva, ma per diventare un fuoriclasse deve giocare ad altissimi livelli per un po’ di anni. Aspetterei con i giudizi. Il calcio di oggi ci ha abituato a cifre esagerate”.

L’Inter ha preso Godin, il Napoli Manolas. Secondo te con l’arrivo dell’olandese, la difesa della Juventus resta la più forte della serie A?

“Sì, perché la fase difensiva non è fatta esclusivamente dai giocatori del reparto arretrato, ma anche dagli altri giocatori e quelli della Juventus sono globalmente più forti. Poi è vero che Inter e Napoli si sono rafforzate: Godin è un grande giocatore, così come è bravo Manolas, anche se il greco non è continuo”.

Credi che la Juventus farà un altro colpo sul mercato?

“Prima deve cedere. Nel momento in cui riuscisse a fare cassa, potrebbe tentare di prendere un altro giocatore importante”.

Per restare aggiornato con le ultime news legate al mercato CLICCA QUI!

Calciomercato Juventus, l’ex Porrini su Higuain e Icardi. Poi indica l’anti-Juve

Tra i possibili partenti, il nome più gettonato è quello di Higuain. Se dipendesse da te, lo cederesti?

“È un grandissimo giocatore. Non mi focalizzerei solo sull’ultima stagione, certamente negativa. È anche vero che con Ronaldo la convivenza la vedo difficile. Se arrivasse un’offerta importante sicuramente lo cederei”.

La Juventus da tempo ha nel mirino Icardi. Sarebbe il giocatore giusto?

“Io lo prenderei, anche per capire quale sia il vero Icardi. Poi certo bisogna valutare le sfaccettature fuori dal campo e quindi valuterei bene il suo acquisto”.

Chi è l’anti-Juve?

“La Juve stessa”.

Tu hai conquistato la Champions League con la Juventus nella stagione 1995/1996. Ogni anno sembra quello giusto per riportarla a Torino, poi… 

“È chiaro che deve essere sempre l’obiettivo dei bianconeri. Sta diventando quasi un’ossessione e per diventa ancora più difficile”.

L’Atalanta ti ha lanciato nel calcio che conta, prima del trasferimento alla Juventus. Credi che la squadra di Gasperini abbia ormai fatto definitivamente il salto di qualità?

“Assolutamente sì. Ormai, dopo tre anni di Gasperini, non è più una sorpresa. Io sono sicuro che stupirà anche in Champions League”.

Q.G.