Calciomercato Milan, tesoretto dalla cessioni: il piano di Maldini

Il calciomercato del Milan in questo momento è bloccato dalle cessioni mancate. Da Andre Silva a Biglia, fino a Laxalt e Castillejo: ecco come Maldini vuole fare cassa per tornare alla carica

Calciomercato Milan Andre Silva
Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan ©Getty Images

Siamo ormai vicinissimi all’avvio ufficiale della stagione e molte squadre non sono ancora completate al 100%. Una di queste è il Milan, che ha acquistato dei giovani interessanti come Rafael Leao, Leo Duarte e Ismael Bennacer, oltre a Krunic. La base c’è, ma Giampaolo vorrebbe avere a disposizione un giocatore che faccia fare un salto di qualità ai rossoneri per poter puntare all’agognato ritorno in Champions League.

I rossoneri hanno seguito a lungo per tutta l’estate Angel Correa, convincendolo anche a trasferirsi a Milano, ma finora hanno trovato la resistenza dell’Atletico Madrid che non scende sotto le richieste di 50 milioni di euro. Una cifra che il club meneghino non vuole spendere, anche in base alle regole del Fair Play Finanziario imposto dalla Uefa. Ecco che allora le cessioni saranno decisive da qui a fine agosto.

Calciomercato Milan, tesoretto dalle cessioni: Andrè Silva, Biglia, Castillejo e Laxalt sulla lista dei partenti

Per sbloccare il calciomercato in entrata il Milan ha bisogno necessariamente di vendere. Il primo obiettivo resta sempre quello di disfarsi di Andrè Silva, pagato 38 milioni 2 anni fa e mai entrato nel cuore del progetto rossonero, nonostante si siano succeduti 3 allenatori. Il portoghese è stato ad un passo dal Monaco, che poi all’ultimo si è tirato indietro. Si sono fatte avanti anche Siviglia e Sporting Lisbona, che però non vogliono sborsare i 25 milioni chiesti dalla dirigenza milanese, ma semplicemente un prestito.

Per tutte le notizie più importanti di giornata CLICCA QUI!

Chi è invece ad un passo dalla cessione, in prestito, è Laxalt. L’agente ha confermato l’imminente partenza dell’esterno uruguaiano, destinazione Atalanta o Fiorentina. Cessione più difficile per Biglia, che vuole rimanere per giocarsi le proprie chance, con un contratto in scadenza tra un anno. Anche Castillejo è stato per molto tempo sul calciomercato, ma il no al Celta Vigo sembra chiudere ogni prospettiva di addio.