Ibrahimovic (Getty Images)

PARIS SAINT GERMAIN IBRA MOURINHO E CAPELLO I MIEI MENTORI E SU INZAGHI/ PARIGI (Francia) – La sua prima esperienza nella Ligue 1 francese è iniziata alla grande, con già cinque reti segnate in appena quattro partite, ma per Zlatan Ibrahimovic questo non è che solo l’inizio di un’avventura che si prospetta ricca di grandi successi. L’ex attaccante del Milan si è confessato al quotidiano francese ‘L’Equipe’, spendendo parole dolci per quelli che sono stati i suoi mentori e per un suo ex compagno rossonero:”I miei maestri sono stati Capello e Mourinho – ha esordito ‘Ibra’ – Il primo mi ha insegnato che fare gol è molto più importante che giocare bene, e che per lui segnare era fondamentale, mentre Mourinho oltre ai gol chiedeva anche la prestazione – continua il ‘bomber’ svedese, che poi parla di Inzaghi Pippo è un serial killer davanti alla porta, magari non ha una grandissima tecnica ma la sua qualità è rappresentata da un fiuto per il gol incredibile – chiusura sugli obiettivi del club francese – Innanzitutto dobbiamo vincere il campionato, mentre nella Champions per adesso dobbiamo fare ancora esperienza.”

SE HAI UN ACCOUNT TWITTER, DIVENTA FOLLOWER DI CALCIOMERCATOWEB.IT PER INTERAGIRE E NON PERDERTI LE NUOVE INIZIATIVE CHE STIAMO STUDIANDO PER VOI