Chievo-Napoli 2-0/ Pagelle e tabellino

calciomercato » Calciomercato Napoli » Chievo-Napoli 2-0/ Pagelle e tabellino
mercoledì, 2nd febbraio, 2011

Getty Images

PAGELLE E TABELLINO CHIEVO-NAPOLI / VERONA – Se c’era qualche straniero al ‘Bentegodi’ avrà pensato che Chievo e Napoli si fossero invertiti le magliette. Stasera la squadra seconda in classifica sembrava quella di casa, che ha letteralmente annichilito i partenopei con una prestazione col punto esclamativo. Splendido tutto il Chievo, ma spiccano soprattutto Moscardelli e Sardo. Queste sono le pagelle assegnate ai giocatori dalla redazione di Calciomercato.it: nel Napoli tutti insufficienti, nessuno escluso.

CHIEVO VERONA

Sorrentino 6,5 – Una saracinesca che dà sicurezza a tutto il reparto. Non effettua interventi chissà quanto decisivi, ma il suo contributo si sente eccome.

Sardo 7,5 – Dopo un errore marchiano nel primo tempo, si scatena nella ripresa, mettendo a segno un gol da centravanti e sfiorandone un altro paio sempre di pregevolissima fattura. Al 93’ serve un lancio stupendo a Granoche, pescato in fuorigioco inesistente. L’emblema della sua gara da fantasista.

Andreolli 7 – Francobolla Cavani e non gli fa toccare palla, di questi tempi già un’impresa. Poi esce in ambulanza per un infortunio al collo. Sfortunato ma perfetto fino alla sostituzione. (dal 33′ st Cesar s.v.)

Mandelli 6,5 – Copre sempre in seconda battuta, comunque dà manforte alla difesa in diverse occasioni.

Mantovani 6,5 – Il Napoli prova ad affondare di più sul suo lato, lui però non è mai realmente in pensiero.

Fernandes 7 – Una quantità inverosimile di contrasti e palloni recuperati, blocca Hamsik e fa sostanza in mezzo al campo.

Rigoni 6,5 – Non si vede mai ma si sente sempre quando l’azione è nei suoi paraggi.

Jokic 7 – Pioli lo mette a fare il guastatore, l’elastico fra difesa e centrocampo. Interpreta benissimo il ruolo senza sbagliare praticamente nulla.

Bogliacino 6,5 – Era l’ex della situazione, il suo galleggiare fra le linee mette in crisi il Napoli, come spesso accade alla squadra di Mazzarri con calciatori di questo tipo. (dal 14′ st Constant 6,5 – Qualità e quantità al servizio della causa. Ecco perché si parla così bene di lui).

Pellissier 7 – Corre come un forsennato, serve un grande assist a Moscardelli per l’1-0 e tiene costantemente in apprensione la difesa partenopea. Praticamente gli manca solo il gol.

Moscardelli 7,5 – Una rete da standing ovation e poi tantissimo lavoro in copertura, il che però non comporta un calo della prestazione offensiva. Esce disperato a pochi minuti dal termine per aver sbagliato il tap-in del 3-0. Indomabile. (dal 41′ st Granoche s.v.)

All. Pioli 7,5 – Non si riesce a capire se siano più i suoi giocatori ad essere indemoniati o più maniacale lui nello schierare una squadra compatta, che chiude tutti gli spazi con un pressing asfissiante e riparte di gran carriera. Sei punti su sei al Napoli, che è la sorpresa del campionato, è un Chievo assolutamente da urlo.

NAPOLI

De Sanctis 5,5 – Sorpreso sul tiro di Moscardelli, anche su Sardo non può farci molto dopo che il terzino ha infilato come un grissino nel tonno l’intera difesa partenopea.

Campagnaro 5 – Disastroso negli appoggi ai compagni, anche in difesa trascorre una serata tutt’altro che tranquilla.

Cannavaro 4,5 – Il Chievo per lui è come la kriptonite. Terrificante all’andata, stasera non se la passa tanto meglio. Guarda Moscardelli che tira in porta sul primo gol, poi è costantemente in difficoltà su Pellissier.

Aronica 4,5 – Dal suo lato si sfonda che è un piacere. Mette la ciliegina (scaduta) con un paio di passaggi da codice penale.

Maggio 5 – Un paio di volte prova ad inserirsi ma non è proprio serata, per nessuno degli azzurri.

Gargano 5 – Più essenziale del solito, ma il centrocampo veronese lo schiaccia come una formica. (dal 14′ st Sosa 4,5 – Un paio di tentativi assolutamente velleitari e qualche pallone perso a metà campo. Un oggetto misterioso di quelli della peggior specie).

Pazienza 4,5 – Non è il Pazienza delle ultime uscite. Anzi, sembra Gargano per la quantità di passaggi regalati agli avversari.

Dossena 5 – Come Aronica si lascia demolire dall’asse di destra gialloblu, in fase di spinta è praticamente nullo.

Zuniga 4,5 – Mazzarri deve toglierlo dopo 45’ per disperazione. Prende tre palloni e li spreca tutti nel modo peggiore, con un improbabile tentativo di tacco che sintetizza alla perfezione la sua partita e il suo modo di giocare. Fumoso. (dal 1′ st Lucarelli 5 – Dovrebbe dare peso all’attacco, invece non cambia minimamente le carte in tavola).

Hamsik 5 – Dai suoi piedi passa qualche pallone in più, ma anche lui viene surclassato dalla prepotenza della mediana clivense. (dal 36′ st Dumitru s.v.)

Cavani 5 – Irriconoscibile, quei pochi palloni che gli arrivano li spreca nel modo più indecoroso possibile.

All. Mazzarri 4,5 – Il voto naturalmente non è a lui, che prova con tanto coraggio a cambiare l’inerzia della gara, bensì alla squadra. Come se li avesse punti la mosca tzè tzè, gli azzurri sono spompati e privi di nerbo. Ovvio che il Chievo ne faccia polpettine.

Arbitro Orsato 6 – Ordinaria amministrazione, qualche cartellino di troppo e qualche fuorigioco millimetrico invertito.

Chievo-Napoli 2-0
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino, Sardo, Mandelli, Andreolli (dal 33′ st Cesar), Mantovani, Fernandes, Rigoni, Jokic, Bogliacino (dal 14′ st Constant), Moscardelli (dal 41′ st Granoche), Pellissier. A disposizione: Squizzi, Frey, Pulzetti, Guana. All.: Pioli
Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano (dal 14′ st Sosa), Pazienza, Dossena; Zuniga (dal 1′ st Lucarelli), Hamsik (dal 36′ st Dumitru); Cavani. A disposizione: Iezzo, Santacroce, Cribari, Blasi. All.: Mazzarri
Marcatori: 20′ pt Moscardelli (C), 5′ st Sardo (C)
Arbitro: Orsato di Schio
Note: Recupero: 2′ pt, 6′ st. Ammoniti: Rigoni (C), Sardo (C), Pazienza (N), Cavani (N), Cannavaro (N)