Juventus, Tacchinardi:”Amauri merita un’altra chance”

calciomercato » calciomercato Juventus » Juventus, Tacchinardi:”Amauri merita un’altra chance”
mercoledì, 5th gennaio, 2011

In diretta a Radio Sportiva, Alessio Tacchinardi, ex giocatore della Juventus ha rilasciato interessanti dichiarazioni in merito a diversi temi, dalla Juve a Calciopoli:

SULLA JUVENTUS: Mi sembra che quest´anno la Juve ha creato un gruppo particolare e credo che con il ritorno di Buffon certi equilibri potrebbero saltare. Mi auguro di no, ma il dualismo tra Buffon e Storari ci sarà.
SU AMAURI: Lui come giocatore mi piace, ma ho la sensazione che lui in questo momento voglia troppo spaccare il mondo, forse ha sentito il peso di una maglia come la Juventus, di sicuro gli deve essere data qualche altra possibilità, perché in fondo lo merita.
SUGLI INFORTUNI: Anche quando giocavo io c´erano tanti infortuni, normale adesso che adesso ce ne siano di più perché si gioca sempre e i giocatori non hanno tempo per respirare e recuperare.
SUL MERCATO JUVE: Dzeko era un giocatore adatto al gioco della Juventus, ma la società non può più partecipare a certe cifre. E se adesso devono prendere per prendere è giusto dare fiducia a chi c´è già, come Amauri.
SULLA SQUADRA: La sensazione è che se gli avversari riescono a limitare Krasic la Juventus si ferma, ecco credo che alla squadra manchi una certa qualità, ma credo che fino a giugno la società potrà fare poco.
SU MELO E SISSOKO: Io non mi priverei di Sissoko che h a dimostrato di poter dare molto alla squadra. Melo ha sempre dimostrato di essere un grande giocatore. Non è facile giocare sempre al massimo. Le sue qualità non si discuto. E´ un giocatore di personalità e sta facendo molto bene.
SU PRANDELLI: E´ stato il mio allenatore, mi ha scoperto negli allievi dell´Atalanta. Io nella mia carriera ho avuto la fortuna di avere il top degli allenatori, credo che Prandelli sia il migliore di tutti, nessuno come lui sa motivarsi. Io gli ho sempre detto di andare alla Juventus, sarebbe stato l´allenatore ideale. Mi piace anche Del Neri, un tecnico umile che lavora molto sul campo.
SU GIUSEPPE ROSSI: E´ un grande giocatore, che gioca da seconda punta con ottima qualità. Averselo fatto scappare è stata una pazzia. Adesso portarlo via da Villareal diventa molto difficile e la Juve non credo possa arrivare a spendere certe cifre.
SUL BRESCIA: Spero tanto che con l´arrivo di Lanzafame riescono a risolvere alcuni problemi. Mi piaceva molto come lavorava Iachini. Certo che sarà difficile fino alla fine, saranno 4-5 a lottare per non retrocedere.
SULLO SCUDETTO: Sono convinto che lo vincerà il Milan. Conosco molto bene Ibrahimovic, lui ha cambiato il Milan. Spero che lo vinca la Juventus, ma non credo succederà.
SU CALCIOPOLI: L’unica cosa che rimpiango è che alla fine ha pagato solo la Juventus e che la società ha accettato cosi quella retrocessione in serie B. Spero questa Juve possa tornare a vincere come accadeva in passato.
SUL MERCATO CENTROCAMPISTI: In Spagna e Francia ci sono giocatori molti interessanti, tra questi Konko del Siviglia, per la Juve a destra basso, al posto di Motta che non mi ha mai convinto, andrebbe bene.