Milan / Ambrosini: “Ibra è un giocatore fantastico”

calciomercato » Calciomercato Milan » Milan / Ambrosini: “Ibra è un giocatore fantastico”
giovedì, 25th novembre, 2010

AMBROSINI SU CHAMPIONS E CAMPIONATO / MILANO – Massimo Ambrosini ha ritrovato il suo spazio nella formazione titolare di Massimiliano Allegri. In un’interivista rilasciata a ‘Sky Sport 24’ il giocatore ha parlato a 360 gradi: “E’ un periodo in cui giochiamo in un certo modo. Una squadra per vincere, o comunque per arrivare in fondo a competizioni come la Champions e il campionato, deve poter cambiare e capire in un determinato momento di cosa c’è bisogno. Questa soluzione sta dando risultati, può non essere quella definitiva. Tutti aspettiamo il ritorno di un giocatore come Pirlo. In certi momenti della stagione è giusto sfruttare determinate caratteristiche della rosa. Il problema dei moduli di gioco, al di là delle quesitoni tattiche, è lo spirito con cui si interpreta uno schema. Per vincere ci vuole una mentalità vincente per ogni schema. Se uno vuole vincere lo spirito deve essere lo stesso dal primo all’ultimo giorno”. Il mediano ha poi parlato delle punte, esaltando su tutti Zlatan Ibrahimovic: “Ibra è un giocatore che va oltre i gol perché fa esaltare le qualità dei compagni. E’ ovvio che non possiamo pensare che risolva sempre e solo lui le partite. Tutta la squadra deve fare un buon lavoro. Tre uomini per due posizioni là davanti? Preoccupati non lo siamo. Robinho? La cosa importante è che sta facendo vedere di essere un giocatore che si mette a disposizione della squadra, cosa che si poteva non pensare prima che venisse qui. Le giocate che ha e i colpi non glieli toglierà mai nessuno. Ronaldinho? Il calcio moderno ti impone di dover avere una tenuta atletica e fisica di un certo tipo. Lui fa parte di quella parte di giocatori con qualità tecniche indiscutibili, alle quali, se riesci ad abbinare una certa condizione fisica, ne esce un giocatore stellare. Il gol contro l’Auxerre? Il suo atteggiamento è sempre stato positivo, erano diverse partite che non giocava, ma la squadra è sempre stata con lui”.

Fonte: Calciomercato.it