Pioli stregato: colpo europeo per il Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:59

Il Milan di Stefano Pioli avrebbe messo nel mirino Amar Dedic, terzino destro del Salisburgo, mercoledì sera avversario dei rossoneri in Champions League

Dopo la sconfitta esterna in casa del Torino di Ivan Juric, il Milan di Stefano Pioli si è subito rialzato con una prestazione maiuscola a San Siro contro il Salisburgo.

Milan, Pioli su Dedic
Stefano Pioli © LaPresse

I rossoneri, nonostante la batosta dell’Olimpico Grande Torino, hanno schiantato la squadra austriaca con un rotondo 4-0, protagonista assoluto Olivier Giroud, centravanti francese sempre più decisivo nelle gare di cartello del suo Milan. Il club meneghino è in continua crescita e, mentre si pensa al match interno con lo Spezia in occasione della 13esima giornata del campionato italiano di Serie A, continua l’emergenza, in particolare sulla fascia destra. Il Diavolo infatti è ancora costretto a fare i conti con le continue assenze dei terzini, Davide Calabria e Alessandro Florenzi. Il primo dovrebbe rientrare ad inizio 2023, mentre il secondo è ancora alle prese con un brutto problema fisico. Insomma, il Milan potrebbe anche guardare, nella prossima finestra di calciomercato, a dei nuovi obiettivi per la fascia destra e, in quest’ottica, attenzione al profilo di Amar Dedic, ieri titolare con il Salisburgo proprio nel match di Champions a San Siro.

Calciomercato Milan, obiettivo Dedic: Pioli stregato

Stefano Pioli, allenatore del Milan, sarebbe rimasto stregato dalla concretezza e dagli spunti di Dedic, nonostante la pesante sconfitta della sua squadra. Mentre impazzano le voci di calciomercato su Pavlovic, accostato anche alla Juventus di Massimiliano Allegri, il terzino destro del Salisburgo potrebbe essere il nuovo gioiello da contendersi e il Milan potrebbe anticipare tutti, magari già a gennaio. Dedic ha una valutazione di circa 10 milioni di euro ed un contratto in scadenza nel 2024. Il Diavolo vorrebbe crescere in casa un laterale di assoluta affidabilità tra l’altro giovanissimo, il nazionale della Bosnia è infatti un classe 2002.