Sarri pronto a tutto: chiamata a Juve e Milan per il pupillo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:25

Il tecnico dei biancocelesti vorrebbe riavere con sè il pupillo già allenato ai tempi del Chelsea: l’affare coinvolge Juve e Milan

Nonostante le impellenze del campo si avvicino sempre di più – la Serie A ha già preso il via nel pomeriggio del 13 agosto – tutti i club sono ancora alacremente impegnati a tentare di assestare gli ultimi colpi. Poco importa se alcuni profili potrannoarrivare addirittura il 1 settembre – giorno di chiusura delle contrattazioni -, con le competizioni iniziate da un pezzo.

Maurizio Sarri urla
Maurizio Sarri © LaPresse

Non fa eccezione la Lazio della triade Lotito-Tare-Sarri, che vuole a tutti i costi rispondere coi fatti alla sontuosa campagna acquisti dei rivali cittadini. Qualche colpo è già stato messo a segno, ma il vulcanico tecnico di Figline Valdarno chiede a gran voce un suo pupillo. Si tratta di un giocatore già allenato ai tempi del Chelsea, e che ancora milita, con alterne fortune, tra le fila dei Blues. Per far spazio al giocatore, Sarri è disposto anche a sacrifiare uno dei jolly più utili di tutta la rosa biancoceleste. Un profilo che potrebbe fare al caso del Milan ma soprattutto della Juventus.

Sarri offre Marusic: Juve e Milan fiutano l’affare

Adam Marusic in azione
Adam Marusic © LaPresse

L’oggetto del desiderio dell’ex mister della Juventus è Emerson Palmieri, un profilo già seguito in passato anche dall’Inter. Cambiano le stagioni, gli allenatori e i compagni di squadra, ma l’italo-brasiliano proprio non riesce a conquistarsi un posto da titolare a Londra. Il prezzo dell’ex Roma si aggira intorno ai 14 milioni: l’idea di Sarri sarebbe quella di finanziare il colpo con la cessione di Adam Marusic, che ha più o meno lo stesso valore di mercato.

Ben conoscendo la necessità della Juve di puntellare la corsia di sinistra – e quelle del Milan di inserire in rosa una valida alternativa a Theo Hernandez nel ruolo – l’allenatore tscano ‘offre’ il montenegrino su piazza. Lo stipendio di Marusic, non superiore a 1,7 milioni annui, è sostenibile da entrambi i club. Diverso il discorso sull’ingaggio annuo di Emerson Palmieri, sul quale però si tenterà di far leva soprattutto sul discorso motivazionale e sul progetto.