Ribaltone Inter, Marotta vara il nuovo piano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:59

Cambio di programma nelle strategie di mercato dell’Inter dopo il mancato arrivo di Gleison Bremer: ecco la nuova idea di Marotta

Sono giornate di stallo apparente in casa Inter per quello che riguarda il calciomercato. Passata la buriana del mancato ingaggio di Gleison Bremer – che ha indispettito i tifosi anche per l’avvenuto rafforzamento della rivale storica – si ragiona sul puntellare o meno la difesa. Con il grosso condizionamento legato alla possibile partenza di Milan Skriniar, che dipende fondamentalmente dal possibile nuovo rilancio del PSG.

Milan Skriniar in azione
Milan Skriniar © LaPresse

Nelle ultime ore l’amministratore delegato Beppe Marotta starebbe vagliando una nuova strategia. Stop alla rincorsa al Milenkovic di turno e via alla ‘protezione’ delle risorse già presenti in rosa. Per attuare il nuovo piano bisogna partire da un assunto fondamentale: il difensore slovacco deve essere dichiarato incedibile. Al netto di possibili clamorose offerte del PSG, l’Inter non può correre il pericolo di perdere uno dei suoi big a meno di 20 giorni dall’inizio del campionato.

La nuova strategia di Marotta: si prosegue con Skriniar-De Vrij

Giuseppe Marotta al telefono
Giuseppe Marotta © LaPresse

Se la resistenza sul fronte Skriniar poteva in qualche modo essere attesa- anche per questioni di natura ambientale, coi tifosi nerazzurri sul piede di guerra a protezione dell’ex Sampdoria – la vera novità riguarda l’altro pilastro della difesa meneghina. Parliamo di Stefan de Vrij, per il quale, forse dopo mesi, non sembrano più risuonare le sirene della Premier. Il dirigente interista vorrebbe provare la carta del rinnovo del difensore olandese: una pista praticamente mai esperita prima per la convinzione che tanto prima o poi il giocatore sarebbe andato in Inghilterra. Cambio di programma: si farà un tentativpo per blindare il calciatore oranje. Anche in vista di una sempre possibile partenza a luglio 2023.

Marotta intende dunque valorizzare le risorse a propria disposizione, nella convinzione che spendere tanto per farlo – e comunque con una situazione economico-finanziaria non certo florida – non avrebbe senso. Il trio difensivo che fece già le fortune di Antonio Conte sarà ai nastri di partenza in maglia Inter il prossimo 13 agosto.