CMWEB | Viene ceduto se non rinnova: affare con la Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:14

L’avventura può finire nel prossimo calciomercato estivo qualora non si trovasse un accordo per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2023. Occhio alla Juve

Sarà un’estate intensa per il Bayern Monaco, alle prese coi complicati rinnovi dei contratti in scadenza fra un anno, ovvero a giugno 2023. Il più importante è quello di Robert Lewandowski, il quale non è un mistero ambirebbe a trasferirsi in Spagna, al Real Madrid oppure al Barcellona. Ad oggi i blaugrana sembrano avanti. Alla fine potrebbe essere accontentato qualora dovesse dire nuovamente no alle ulteriori proposte dei bavaresi.

Lewandowski, Davies e Gnabry © LaPresse

Poi c’è Thomas Mueller, autentica ‘Bandiera’ del Bayern, Neuer e Serge Gnabry. Secondo le informazioni raccolte da Calciomercatoweb.it, la società tedesca è pronta a trattare anche la cessione dell’esterno nativo di Stoccarda se non riuscisse a trovare un’intesa per il prolungamento del contratto. Gnabry vuole guadagnare più degli 8 milioni di euro lordi attuali, non disdegnando una nuova esperienza altrove. Il 26enne di padre ivoriano è in orbita Real Madrid, ma senza qualche cessione davanti – almeno uno tra Hazard, Asensio e Rodrygo – le ‘Merengues’ difficilmente potrebbero partire all’assalto del suo cartellino che ha verosimilmente una valutazione intorno ai 50 milioni di euro.

Esterno di fascia, sia destra che sinistra, Gnabry può in casi di emergenza anche adattarsi al ruolo di attaccante centrale. Più che per il Milan, il classe ’95 ha le carte in regola per diventare più che un’idea di mercato della Juventus. Del resto sarebbe perfetto per il 4-3-3, modulo su cui è intenzionato a puntare Massimiliano Allegri.

Calciomercato Juventus, per Gnabry serve un doppio ‘sforzo’ economico

Gnabry in azione ©LaPresse

La Juve vanta buoni rapporti coi bavaresi, ma chiaramente per arrivare a Gnabry dovrebbe compiere uno sforzo economico importante. Sia per il cartellino che per l’ingaggio del numero 7 della squadra di Nagelsmann, prima in Bundesliga e ai quarti di Champions dove dovrà vedersela col Villarreal, proprio la formazione che ha buttato fuori Vlahovic e compagni agli ottavi andando a vincere 3-0 all’Allianz Stadium dopo il pari dell’andata.