Maldini prepara il colpo: arriva il bomber a parametro zero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:34

Marco Asensio potrebbe arrivare a parametro zero al Milan: un’ipotesi per il 2023 per il club rossonero

Marco Asensio è sempre più intenzionato a lasciare il Real Madrid: l’attaccante spagnolo potrebbe arrivare in scadenza di contratto a giugno 2023, decidendo di accordarsi a parametro zero col Milan.

(Paolo Maldini via LaPresse)

Autore di dieci gol in trentatré partite in questa stagione, Marco Asensio potrebbe lasciare il Real Madrid a parametro zero. Il suo contratto scadrà il 30 giugno del 2023 e le possibilità di rinnovare l’accordo con i Blancos sono sempre più scarne. Ecco perché sull’attaccante classe ’96 potrebbero fiondarsi diversi club europei, tra cui il Milan di Stefano Pioli.

Nonostante sia stato un giocatore importante nelle gerarchie di Carlo Ancelotti, nelle ultime settimane la situazione è cambiata. Nell’attesissima sfida col Barcellona il tecnico italiano gli ha preferito Rodrygo Goes Federico Valverde, nonostante l’assenza di Karim Benzema. Un segnale che conferma la possibilità di un divorzio, probabilmente a parametro zero quando il suo contratto andrà in scadenza, ovvero tra poco più di un anno.

(Marco Asensio via LaPresse)

Marco Asensio lascia il Real Madrid: Milan sull’uscio

Marco Asensio non ha intenzione di rinnovare il contratto che lo lega al Real Madrid. Una decisione legata anche al possibile arrivo in Spagna di Kylian Mbappé: un ingaggio “pesante” che andrebbe a limitare ulteriormente lo spazio a disposizione del calciatore ex Espanyol.

Come spiega ElNacional, sulle sue tracce ci sono già diversi club, tra cui Arsenal, Siviglia, Tottenham Hotspur, AS Roma e addirittura i rivali dell’Atletico Madrid. Occhio, però, all’ipotesi Milan: il club rossonero sarebbe da tempo sulle tracce dell’attaccante classe ’96 e al termine della stagione 2022/2023 potrebbe tentare il colpo in attacco, ingaggiando un giocatore relativamente ancora giovane e che ha già dimostrato di poter competere a livello europeo, andando così ad incrementare il tasso tecnico e di esperienza dell’organico rossonero.