Villareal-Juventus, Allegri non si fida degli spagnoli: “Gara complicata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:56

Villareal-Juventus, le parole del mister Massimiliano Allegri alla vigilia degli ottavi di Champions League

Archiviato il derby di campionato, la Juventus è pronta all’ottavo di finale di Champions League sul campo del Villareal. Il tecnico Massimiliano Allegri ha parlato nella consueta conferenza stampa della vigilia, anticipando alcuni aspetti riguardo la formazione e parlando anche del momento della squadra.

Allegri Juventus
Massimiliano Allegri ©LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, attacco frontale al big | “Il tramonto di una carriera”

Il mister livornese mette in guarda i suoi per la sfida di domani: “Partita complicata, loro sono cinici, concreti e ben allenati – prosegue l’allenatore -. Il Villareal non concede spazi. Ho attesa per domani, voglio vedere come si comporta la squadra. Arrivati agli ottavi, devi avere bravura e fortuna”.  Allegri annuncia il rientro di Bonucci, mentre resta ancora fuori Dybala. Anche Rabiot è a disposizione.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato, una Juve più italiana per Allegri: scippo a Sarri

Juventus, Allegri protegge Vlahovic prima del debutto in Champions League

Vlahovic Juventus Allegri
Dusan Vlahovic ©LaPresse

Il Villareal è attualmente sesto in Liga, a soli tre punti di distanza dal quarto posto. Un avversario ostico secondo il mister: “Abbiamo entrambe il 50% delle possibilità di passare – dice Allegri a Sportmediaset -. Il nostro obiettivo è quello di superare il turno ma non lo passiamo domani”.

LEGGI ANCHE >>>Dice no al Chelsea, si fionda la Juventus | Scambio alla pari

Su Vlahovic, uscito nella ripresa del derby, l’allenatore è stato molto protettivo: “Vlahovic domani debutta in Champions League. Deve crescere, quando avrà giocato tante partite in Champions sarà un altro giocatore. Giochiamo per vincere ma bisogna essere equilibrati”. Il serbo sarà al centro dell’attacco assieme a Morata. Allegri non svela il nome del terzo attaccante, escludendo l’utilizzo di McKennie e Bernardeschi (ancora fuori condizione).