Torino-Juventus, digiuno Belotti e crisi granata: una statistica parla chiaro

Le statistiche parlano chiaro, quando il Gallo Belotti non segna, il Torino non vince. L’ultima vittoria manca ormai da più di un mese

Highlights Udinese-Torino
Torino, Belotti (Getty Images)

La vittoria manca ormai da più di un mese al Torino. Ed indovinate un po’? Fu proprio l’attaccante granata a decidere quella gara. Parliamo del 2-1 casalingo rifilato al Milan, una partita vinta in rimonta grazie ai suoi gol, ben due, fondamentali a mettere in cascina tre punti preziosi. Da lì in poi il buio totale per il Torino ed anche per il bomber, che ha messo a segno una sola marcatura, nella partita esterna contro il Parma. Una rete che non è valsa a nulla, siccome il club piemontese è caduto al Tardini.

Leggi anche —> Calciomercato Milan, idea dalla Premier per l’attacco: gli scenari

Belotti, quante occasioni sprecate! Manca un vice Gallo

Il mercato non ha regalato al Torino un bomber che possa realmente sostituire Belotti in caso di difficoltà o se il calciatore voglia riposare. Tanto che il calciatore non ha saltato nessuna gara fino ad oggi. Sceso sempre in campo, sia nel percorso in Europa League che in campionato, con qualche sostituzione nella ripresa per permettergli di rifiatare.

I conti poi sono anche bonari rispetto al rendimento dell’attaccante. Infatti, ben 16 partite disputate fra campionato ed Europa League con 11 gol all’attivo. Una media mostruosa per un attaccante di una squadra non di prima fascia. I numeri dicono che il Gallo va in rete una volta ogni due match, media che lo porta tra i migliori in Italia e fra i primi anche nel resto d’Europa, dove il solito Lewandoski fa da mattatore. Resta però l’interrogativo su un suo sostituto, con Zaza sicuramente non all’altezza. E resta l’interrogativo in particolar modo per il Torino, che senza i gol dell’attaccante non vince, e non riesce proprio ad insaccare il pallone in rete.

Per tutte le ultime notizie sul mercato CLICCA QUI!

E oggi, nel già difficile derby con la Juventus, servirà un Belotti in formato super per portare a casa per lo meno un punto e per contrastare la forza del mai domo Cristiano Ronaldo, che continua a infrangere record su record con la maglia bianconera.