Milan-Inter, rebus in attacco per Giampaolo: da Rebic a Piatek, il punto

Milan-Inter, Marco Giampaolo studia il miglior attacco possibile in vista del Derby, primo e vero spartiacque della stagione rossonera. Da Rebic a Leao, passando per Piatek: il punto

Krzysztof Piatek Milan (Getty Images)
Krzysztof Piatek Milan (Getty Images)

E’ già un dentro o fuori. Quasi. Milan-Inter sarà una partita fondamentale per i rossoneri e per Marco Giampaolo. Non solo perché il Derby è sempre il Derby, ma anche perché dopo i primi 270 minuti di campionato, la formazione milanista è chiamata ad una prima vera prestazione convincente. Tra Udinese, Brescia e Verona, il Milan ha totalizzato a malapena due gol, mostrando alcune preoccupanti lacune in fase offensiva. Eppure, il reparto avanzato dovrebbe essere il piatto forte dei rossoneri: Piatek, Rebic, Leao e tutta la batteria dei trequartisti alle loro spalle. Giampaolo ha a disposizione un grande potenziale offensivo, ma continua a preferire il doppio trequartista alle spalle della punta, ibridando a turno uno tra Paquetà e Samu Castillejo al fianco di Suso.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Milan-Inter, Giampaolo si affida a Piatek: panchina per Rebic e Leao

E da questa soluzione, già vista nell’ultima gara contro il Verona, ripartirà il Milan nel Derby. Nessun compagno di reparto per Piatek, ma bensì due trequartisti alle sue spalle, con Suso inamovibile e Paquetà che la spunta sul neo acquisto Ante Rebic. Anche in attacco, Giampaolo sembra intenzionato a seguire le scelte fatte negli altri reparti: nessun nuovo acquisto, con l’undici titolare che affronterà l’Inter composto praticamente dal vecchio Milan ereditato da Gennaro Gattuso. Scelte che lì davanti sembrano penalizzare gli ultimi arrivati Rebic Leao, costati una piccola fortuna al Milan durante l’ultima sessione di calciomercato. E in una squadra che sembra peccare grossolanamente in fase realizzativa, due calciatori come il croato ed il portoghese potrebbero far comodo. Magari anche a partita in corso.

A.M.