Serie A, già due panchine a rischio?

Da sabato a lunedì si giocherà la terza giornata di campionato, ma già qualche allenatore potrebbe giocarsi il posto. In particolare due le panchine in bilico

Eusebio Di Francesco e Vincenzo Montella (Getty Images)
Eusebio Di Francesco e Vincenzo Montella (Getty Images)

E’ vero, si sono giocate solo due turni di Serie A e sembra prematuro parlare di tecnici a rischio esonero. Due allenatori però avrebbero già ricevuto l’ultimatum dalle rispettive società: Vincenzo Montella e Eusebio Di Francesco. L’allenatore della Fiorentina non ha raccolto punti nei primi 180 minuti della nuova stagione, complici le sconfitte contro il Napoli al Franchi e in casa del Genoa. In realtà, nella sfida d’esordio con i partenopei la Viola avrebbe meritato qualcosa di più. A parte i gol presi (ma è stata una costante di diverse squadre), la prestazione della squadra è stata buona e qualche decisione arbitrale ha condizionato il risultato. Lo stesso Montella nel post gara si è lamentato per la direzione di gara. Contro i liguri, però, il passo indietro è stato evidente. Sabato al Franchi arriverà la Juventus, certo un avversario poco indicato per le speranze del tecnico viola. Il patron Commisso ha acquistato la Fiorentina con grandi ambizioni, riportando entusiasmo nella piazza, un altro ko potrebbe indurlo a cambiare la guida tecnica prima che sia troppo tardi. In caso di esonero, in pole position ci sarebbe Gattuso, subentrato a Montella ai tempi del Milan, nella stagione 2017/2018.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Serie A, Di Francesco sembra già all’ultima spiaggia con la Sampdoria

Leggi anche – Calciomercato Inter, colpo sugli esterni: Politano la possibile chiave

Se Montella rischia, l’allenatore abruzzese è in bilico dopo l’inizio shock: clamorose le sconfitte contro la Lazio, 3 a 0 a Marassi e in casa del Sassuolo 4 a 1. Sabato i blucerchiati faranno visita al Napoli e uscire indenni dal San Paolo è impresa molto ardua. Di Francesco però ha qualche attenuante legata al mercato. La squadra si è indebolita con le partenze di Andersen e Praet, sostituiti con elementi di livello inferiore. La situazione è poco serena anche sotto il profilo societario, con la possibilità di vendita da parte del patron Ferrero al gruppo che fa riferimento all’ex idolo dei tifosi Gianluca Vialli. Sono dunque giorni importanti per il futuro della Sampdoria. Se dovesse saltare Di Francesco, si fa il nome di Pioli, dimessosi lo scorso aprile dalla guida della Fiorentina e sostituito da Montella.

Q.G.