Roma, chiuso dal mercato e con il futuro in bilico: la parabola di Perotti

Roma, Diego Perotti è ormai chiuso dall’arrivo di Mkhitaryan e la scadenza del suo contratto non è così lontana. Il futuro dell’argentino è lontano dalla capitale?

Calciomercato Roma, Perotti sogna il Boca. Scambio con Nandez
Diego Perotti @ Getty Images

Da punto forte a punto interrogativo. La carriera di Diego Perotti sembra arrivata nuovamente ad un preoccupante punto di svolta, con l’argentino ormai fuori dalle rotazioni della nuova Roma targata Fonseca. L’arrivo di Mkhitaryan ed il rilancio di Kluivert sembrano aver chiuso definitivamente (o quasi) le speranze di titolarità dell’ex Genoa e Siviglia. D’altronde, i tanti problemi fisici maturati nelle ultime stagioni, ne hanno frenato la carriera in giallorosso, nonostante l’argentino sia stato uno dei punti fermi della Roma spallettiana e del primo ciclo-Di Francesco. E invece, nell’ultima stagione, Perotti ha totalizzato soltanto 15 presenze, tra campionato e Champions League, mettendo a segno comunque cinque reti. Un utilizzo evidentemente troppo risicato per auspicare una permanenza prolungata dell’argentino nella capitale.

Per tutte le ultime notizie di mercato CLICCA QUI!

Roma, quale futuro per Perotti? Il contratto scade nel 2021

Resta da capire, dunque, quale futuro attenderà Diego Perotti. Il suo contratto con la Roma è in scadenza nel 2021 e del rinnovo non sembra esserci nemmeno l’ombra (e i presupposti). Già nel corso dell’ultima sessione estiva di calciomercato, il club capitolino ha provato a piazzare l’ex Genoa e Siviglia. Tra le voci che auspicavano un suo ritorno in Argentina e il possibile interessamento del Torino, però, l’ennesimo stop fisico ne ha stravolto i piani. Adesso, Perotti è ancora fermo ai box, ma un futuro lontano dalla capitale è sempre più plausibile. Soprattutto, ora che la Roma può contare su uno dei reparti offensivi più attrezzati della Serie A. E per evitare di perderlo a zero, la prossima estate (o perché no, già in inverno) potrebbe essere quella buona per lasciar partire l’argentino.

A.M.