Juventus, Dybala-Higuain: da inamovibili a rivali per il posto

Dybala e Higuain sono stati per due anni intoccabili nella Juventus targata Allegri. Oggi con Sarri si giocano la maglia per il centro dell’attacco

Gonzalo Higuain e Paulo Dybala (Getty Images)
Gonzalo Higuain e Paulo Dybala (Getty Images)

Higuain e Dybala insieme erano soprannominati simpaticamente la coppia in  HD della Juventus.  Due pezzi pregiati dell’attacco nel biennio 2016/2018, durante il quale insieme hanno totalizzato 100 gol, 51 nella prima stagione, 49 in quella successiva. L’arrivo di Cristiano Ronaldo ha rotto gli equilibri. Il Pipita, 31 anni, è stato “costretto” ad andare via in prestito (Milan e poi Chelsea), la Joya, 25 anni, invece ha disputato la peggiore stagione della sua esperienza a Torino. Entrambi sono finiti nella lista dei partenti. Higuain sembrava il primo esubero, tanto che la maglia numero 9 è vacante, ma ha rifiutato la Roma, convinto di restare per giocarsi le sue carte con Sarri, il tecnico che più di tutti lo ha valorizzato ai tempi del Napoli.  Dybala ha sfiorato la Premier League, (Manchester United e Tottenham), scongiurato il passaggio all’Inter attraverso uno scambio con Icardi, negli ultimi giorni si è aperta la pista Psg.

Per tutte le notizie più importanti di giornata CLICCA QUI!

Juventus, Dybala e Higuain lottano per il posto da centravanti

I due argentini sono protagonisti di un ballottaggio oggi al Tardini contro il Parma, nel match che inaugura il campionato. Sugli esterni sono sicuri Ronaldo e Douglas Costa, proprio Dybala e Higuain sono in lizza per una maglia centro dell’attacco. La Joya, complici le sue caratteristiche, sarebbe un falso 9. In questo ruolo ha disputato una prestazione convincente nell’amichevole di Trieste, impreziosita dallo splendido gol che ha deciso la gara. Il Pipita invece è centravanti, anche se partecipa alla manovra, condizione necessaria per favorire l’accentramento di Ronaldo. Mancano poche ore al match ma è probabile che il convalescente Sarri, da casa avrà già dato disposizioni al suo vice Martusciello.