Juventus, ESCLUSIVO Tacconi: “Cederei Higuain. Sullo scambio Dybala-Lukaku…”

Stefano Tacconi in esclusiva a Calciomercatoweb.it: da Sarri a Ronaldo, passando per il possibile scambio Dybala-Lukaku. Questi e altri temi contenuti nell’intervista all’ex portiere, in bianconero dal 1983 al 1992

Stefano Tacconi insieme a Dino Zoff Juventus (Getty Images)
Stefano Tacconi insieme a Dino Zoff Juventus (Getty Images)

L’ultima volta che ci siamo sentiti sulla panchina della Juventus c’era ancora Allegri. Ora è arrivato Sarri: come vedi questa scelta?

Per me è una scommessa. Comunque vada il mercato, la squadra ce l’ha. Bisogna vedere quanto tempo ci metterà a traferire le sue idee ai giocatori. Ora sta a lui convincere gli scettici e chi l’ha preso”.

A proposito di mercato, il possibile scambio Dybala-Lukaku sta suscitando la reazione negativa di molti tifosi della Juventus. Qual è il tuo parere?

“Dybala nella passata stagione ha avuto difficoltà perché non gli è stato affidato un ruolo specifico. Se vogliono fare questo scambio, sicuramente avranno i loro motivi. Comunque Lukaku non è l’ultimo arrivato”.

Leggi anche -> Calciomercato Juventus, Dybala ‘blocca’ Pogba: ecco perché

Juventus, ESCLUSIVO Tacconi su Cristiano Ronaldo, Higuain e l’Inter di Conte

Per tutte le ultime notizie di mercato CLICCA QUI!

Sarri ha detto in sostanza che il gioco della Juventus ruoterà tutto intorno a Ronaldo. Credi che l’attaccante belga sia il partner ideale per CR7?

Ronaldo condiziona troppo i compagni di reparto, lo trovano ovunque. Con lui diventano matti. Per carità meglio averlo in squadra, però questo condizionamento esiste”.

Come ti comporteresti con Higuain se fossi il presidente della Juventus? 

“Lo cederei, a questo punto è meglio. Sarebbe una cosa positiva anche per lui. Se dovesse andare alla Roma farebbe bene”.

Capitolo Inter. Qualcuno l’ha definita l’anti-Juve, ma sta avendo tante difficoltà sul mercato…

“Conte evidentemente è cambiato. Andò via dalla Juve perché non gli comprarono i giocatori da lui chiesti. Ha già resistito troppo. Non credo che l’Inter sia la prima rivale della Juventus, i giocatori impiegheranno molto tempo a capire cosa vuole il nuovo allenatore. Credo stia più avanti il Napoli perché ha cambiato poco e il prossimo anno sarà il secondo di Ancelotti”.

Q.G.