Milan, dopo Inzaghi flop dei numeri 9. Tocca a Piatek invertire la rotta

Krzysztof Piatek indosserà la maglia numero 9 del Milan. Dopo Inzaghi questo numero non ha avuto molta fortuna in rossonero  

Piatek Milan (Getty Images)
Piatek Milan (Getty Images)

La missione di Piatek al Milan è quella di fare gol. Ma allo stesso tempo, il polacco è chiamato a ridare lustro alla maglia numero 9, caduta in disgrazia dopo che l’ha indossata Filippo Inzaghi. Negli 11 anni in rossonero dal 2001 al 2012, Superpippo ha totalizzato 300 presenze e 126 reti, molte delle quali pesanti.  L’ex Genoa, sbarcato a Milanello lo scorso gennaio, in mezza stagione è andato a segno 11 volte, 9 in campionato e 2 in Coppa italia, in 21 gare. Se si sommano i centri con i rossoblu, il bilancio finale è di 30. Non male.  Quest’anno partirà all’inizio e proverà a cambiare il trend negativo e allontanare questa sorta di maledizione. Le caratteristiche da bomber le ha tutte.

Per tutte le ultime notizie sul mercato del Milan CLICCA QUI

I numeri di chi ha indossato la 9 del Milan dopo Inzaghi e prima di Piatek

Dopo l’attuale tecnico del Benevento, la maglia del centravanti rossonero la indossa nel 2012 Pato. Zero gol e maglia consegnata a Matri, uno solo. Identico bottino di Torres l’anno dopo, mentre va meglio a Destro, tre.  Nella stagione 2015/2016 tocca a Luiz Adriano: il brasiliano segna quota 8, di cui 6 in campionato. La maglia passa a Lapadula, ben 8 gol in campionato, miglior numero 9 milanista degli ultimi sette anni sotto il profilo realizzativo. Due stagioni fa il nuovo acquisto André Silva non va oltre 2 gol in campionato, ma ne firma 8 in Europa League.  L’anno scorso l’arrivo di Higuain dalla Juventus sembrava potesse sfatare il tabù. Tutti aspettano al voglia di riscatto del Pipita, ma la sua permanenza a Milano è tormentata. Bilancio finale di 10 gol, disastroso per un bomber di razza come lui, miglior marcatore della Serie A con 36, record conquistato con il Napoli. L’argentino a gennaio va al Chelsea, ora sembra un esubero bianconero.

Leggi anche – Milan, pista Demiral: quattro club sfidano i rossoneri

Q.G.