Juventus in pole, poi Napoli e Inter. Ecco la griglia della prossima Serie A

Juventus dominatrice degli ultimi 8 campionati. Napoli e Inter sembrano le uniche in grado di contrastare i bianconeri. 

Cristiano Ronaldo Juventus (Getty Images)
Cristiano Ronaldo Juventus (Getty Images)

L’unica certezza è il ruolo della Juventus. Squadra da battere dopo 8 stagioni di dittatura. I colpi di mercato messi a segno finora, hanno rafforzato ulteriormente i bianconeri. E  l’arrivo ormai imminente di De Ligt, acuirà la distanza dalle rivali. I dubbi, semmai, potrebbero risiedere in Sarri. Dopo il quinquennio vincente di Allegri, si cambia filosofia. E non è scontato che i giocatori riescano ad assimilare subito i dettami tattici del nuovo allenatore.

Il Napoli sembra candidarsi a prima rivale della Vecchia Signora. Innanzitutto per la continuità, il secondo anno targato Ancelotti non va trascurato. Poi gli arrivi. Manolas formerà una coppia difensiva di altissimo livello insieme a Koulibaly. Nel caso arrivasse James Rodriguez, l’attacco acquisirebbe fantasia e imprevedibilità. E se il patron De Laurentiis  ingaggiasse anche Icardi, i campioni d’Italia dovrebbero preoccuparsi.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Molti indicano nell’Inter la vera anti-Juve. In primis per l’arrivo in panchina di Conte, pronto a dare battaglia alla sua ex squadra, di cui è stato un simbolo, da capitano prima e allenatore dopo. Godin darà esperienza, mentalità vincente e sarà il leader di una difesa top, al fianco di Skriniar e De Vrij. Dzeko e Lukaku, obiettivi fortemente chiesti da Conte, sistemerebbero l’attacco, con Icardi sicuro partente.

Leggi anche – Calciomercato Inter, Ausilio in viaggio verso l’Inghilterra per Lukaku: le ultime

Per l’ultimo posto Champions in lizza almeno 4 squadre

Difficile indicare la squadra più avanti nella corsa al quarto posto. L’Atalanta deve confermare l’ottima stagione, chiusa con la storica qualificazione in Champions League. L’arrivo di Muriel ha rafforzato la rosa e nel caso in cui restassero tutti i big, Gasperini si ricandida. Il Milan riparte da Giampaolo e dal nuovo assetto societario. La permanenza di Donnarumma sarebbe indispensabile, come un attaccante, nel mirino Zapata.

La Roma vuole tornare subito nell’Europa che conta. Deve però fare i conti con le partenze eccellenti (Manolas, El Shaarawy e probabilmente Dzeko), ma soprattutto con il nuovo tecnico Fonseca. Insomma una rivoluzione. Inzaghi invece rappresenta la continuità per la Lazio. Lazzari al momento il colpo, ma molto dipenderà dal destino di Milinkovic.

Q.G.