Inter, si complica in attacco: lo United dice no per Lukaku. Icardi via a zero?

Il Manchester United dice no a Icardi e allo scambio con Lukaku: per il belga gli inglesi vogliono dall’Inter 80 milioni. E i nerazzurri tremano: l’argentino prova a liberarsi a zero?

calciomercato inter lukaku psg
Lukaku (Getty Images)

Grandi manovre per l’Inter. L’arrivo di Antonio Conte ha sbloccato definitivamente il calciomercato nerazzurro, che in gran parte graviterà intorno alle operazioni in attacco. Il nome che circola alla Pinetina da diverso tempo è quello di Romelu Lukaku. L’attaccante belga è l’obiettivo numero uno di Marotta, su precisa indicazione di Conte, ma in questo momento le possibilità di vederlo a ‘San Siro’ sono scese sensibilmente. Il motivo è la risposta negativa del Manchester United all’inserimento di Icardi.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

I nerazzurri, infatti, hanno proposto lo scambio praticamente alla pari con l’argentino, in modo da risolvere in un colpo solo due problemi. I Red Devils, però, hanno detto ‘no’ al classe ’93 di Rosario: come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, per il loro attaccante lo United vuole 80 milioni di euro cash. A queste condizioni, chiaramente, l’Inter non può assolutamente permettersi l’acquisto di Lukaku. Non solo, le recenti parole del bomber belga che aveva aperto al trasferimento in Italia spendendo parole al miele per Conte, hanno contribuito a irrigidire la posizione del club inglese.

Leggi anche ——> Inter, non solo Barella per il centrocampo: nuova idea per Marotta

Inter, pericolo Icardi: vuole liberarsi a zero?

Per l’Inter, però, potrebbe continuare a piovere sul bagnato. Tanto del calciomercato nerazzurro passa dalla cessione di Mauro Icardi, che sovvenzionerebbe praticamente tutte le operazioni di Marotta. Oltre alle difficoltà di scambio con la Juventus e il Manchester United per Dybala e Lukaku, l’Inter corre anche il rischio di perdere sia l’argentino che i soldi della sua cessione. Come? L’indiscrezione di queste ultime ore è il ricorso al Collegio dello Sport da parte di Wanda Nara, che avrebbe intenzione di chiedere la risoluzione contrattuale e di conseguenza liberarsi a zero. La base è l’accusa alla società Inter – riporta ‘Repubblica’ – di mobbing, che va dalla fascia di capitano tolta alla mancata convocazione con la Lazio e il progressivo allontanamento dal gruppo. Per l’Inter il calciomercato rischia di complicarsi seriamente.

F.I.