Inter, da Chiesa a Moses: caccia all’esterno per Conte

L’Inter sonda il terreno per regalare al proprio tecnico Antonio Conte un rinforzo sull’esterno. Tante le opzioni in ballo: il sogno è Federico Chiesa, suggestione Victor Moses.

Juventus Chiesa
Federico Chiesa ©Getty Images

La certezza si chiama difesa a tre. Per Antonio Conte si tratta ormai di un must, una caratteristica che ha segnato i suoi trionfi alla Juventus e al Chelsea. Quasi impossibile dunque che all’Inter il tecnico salentino non decida di riproporre questa scelta, soprattutto considerando gli interpreti a propria disposizione. Godin, Skriniar e De Vrij sono tre giocatori che potrebbero fare i titolari pressoché ovunque, Miranda, il cui futuro è ancora in bilico, è la prima alternativa. Per questo all’Inter servono più che mai uomini di gamba sulle fasce. E al momento, se a sinistra come titolare verrebbe impiegato Asamoah, a destra il posto è vacante.

Inter, Chiesa in cima alla lista

Che sia con un centrocampo a quattro o a cinque, Conte ha necessariamente bisogno di esterni per il proprio gioco. Difficile impiegare Politano, che invece potrebbe giocare in posizione più avanzata con un 4-3-3, allo stesso modo appare complesso che Candreva possa trovare spazi, visto che il suo futuro all’Inter appare un’incognita. Per questo la dirigenza nerazzurra vorrebbe regalare ad Antonio Conte almeno un esterno destro. Il primo nome è Federico Chiesa, che oltre che in quella posizione può essere impiegato anche sul fronte opposto oppure in posizione più avanzata.

Per tutte le ultime notizie sul mercato dell’Inter CLICCA QUI!

La trattativa per Chiesa però non è affatto facile. La Fiorentina ha comunicato di non avere intenzione di cederlo, ma su di lui ci sono anche altre squadre, tra cui la Juventus, che appare in vantaggio. Per questo, oltre al gioiellino viola, l’Inter studia delle alternative. Una porta a Lazzari della Spal, che sarebbe perfetto per il 3-5-2 di Conte, ma restano vive altre due suggestioni a basso costo. La prima è Darmian, da tempo nel mirino della dirigenza, che potrebbe essere impiegato sia come esterno di centrocampo sia come terzo di difesa. L’altra pista porta a Victor Moses, uomo chiave per Conte nella vittoria della Premier League. Il nigeriano è in prestito al Fenerbahçe sino a giugno 2020, ma se dovesse chiamare Conte è molto difficile che non accetti la proposta di lasciare la Turchia e di tentare l’avventura italiana.

A.G.