Roma, futuro incerto per Barella: anche Inter e Milan sulle sue tracce

Il giovane centrocampista del Cagliari ha attirato gli interessi delle big d’Italia e non solo: il suo futuro è tutto da scrivere

Nicolò Barella sarà uno dei giocatori-mercato in vista della prossima stagione. Il centrocampista sardo del Cagliari, classe 1997, si è consacrato durante questi mesi conquistando anche la maglia della Nazionale maggiore e trovando anche il primo gol in azzurro. Una soddisfazione enorme per lui, che ora vuole scrivere il suo futuro senza tralasciare alcun dettaglio. Il suo rapporto con il Cagliari è profondo: cresciuto nel settore giovanile del club sardo, Barella si è imposto fin da subito mostrando tutte le sue qualità durante le sue prime presenze da professionista. In questa stagione il giocatore ha totalizzato 34 presenze trovando soltanto un gol e tre assist diventando più funzionale anche in cabina di regia abbinando qualità e quantità.

L’evoluzione del ruolo sotto la gestione Maran lo ha reso uno dei prospetti più interessanti del panorama nazionale: Roma, Inter e Milan sarebbero sulle sue tracce da tempo, ma lui ancora sembra indeciso sul da farsi.

Per tutte le ultime notizie sul mercato della Roma CLICCA QUI!

Roma, in vantaggio sulle altre per Barella

La società giallorossa sembra essere l’indiziata numero uno per il giovane centrocampista sardo. I rapporto tra i due club sono più che buoni con diverse operazioni di mercato, già concluse in passato. L’ultima, in ordine di tempo, risale allo scorso gennaio con il passaggio in prestito del terzino mancino, Luca Pellegrini, che potrebbe restare così al Cagliari a titolo definitivo in caso di arrivo nella Capitale di Barella. Con N’Zonzi ormai nella lista dei partenti e con un De Rossi, falcidiato dai numerosi infortuni, il centrocampo giallorosso avrebbe così bisogno della vitalità del giovane sardo, pronto a scalare le gerarchie della sua carriera. In caso di qualificazione alla prossima Champions da parte della Roma, l’affare potrebbe essere ultimato in tempi brevi sistemando così la zona centrale del campo con un altro italiano che scriverà il futuro dopo Byran Cristante e Lorenzo Pellegrini.

S.I.