Calciomercato Inter, Marotta cerca un altro Godin: tutte le occasioni

Calciomercato Inter, non solo Godin: Marotta alla ricerca di un altro colpo

Juan Mata Calciomercato Juventus Inter
Juan Mata (Getty Images)

Dopo Godin, l’ad dell’Inter Beppe Marotta sta cercando un altro tassello a parametro zero da inserire: il profilo ideale ha mentalità vincente, qualità ed esperienza

La stagione si deve ancora concludere, ma l’Inter sta già per piazzare il primo colpo del calciomercato estivo. Si tratta di Diego Godin, che con gli altri centrali formerà un pacchetto difensivo completo e di altissimo livello. “Stiamo trattando con Godin, che impersonifica il valore della filosofia vincente. Dobbiamo trovare calciatori che possano condizionare anche i compagni di squadra”, la conferma dell’ad Beppe Marotta. Il dirigente nerazzurro, intervenuto a ‘Radio Anch’io lo Sport’, ha quindi tracciato l’identikit del giocatore ideale per l’Inter. Un uomo in grado di trascinare i compagni, un vero leader che faccia fare il salto di qualità a livello internazionale, uno di carisma. Uno come l’uruguaiano. Tutto questo coniugando le caratteristiche tecniche, comportamentali ma anche economiche. Per questo la ricerca si concentrerà anche sui calciatori in scadenza 2019, che da giugno saranno liberi a zero.

Per tutte le notizie di mercato sull’Inter CLICCA QUI!

Calciomercato Inter, da Mata a Robben: quanti campioni in scadenza

L’Inter ha intenzione di scandagliare il calciomercato estivo soprattutto per trovare un altro Diego Godin, ovvero un giocatore forte oltre che esperto e carismatico. E soprattutto in scadenza, quindi a zero. Con l’arrivo dell’uruguaiano il reparto centrale della difesa sarebbe più che coperto, mentre sarebbero da rinforzare la fasce. In casa Atletico Madrid c’è anche Filipe Luis, protagonista dei successi dei Colchoneros di Simeone: ha 33 anni, ma è completamente integro e i biancorossi sono contro rinnovi importanti agli ultratrentenni. Nello United che si prepara a salutare tanti giocatori in scadenza c’è anche Antonio Valencia, che sulla destra è sempre affidabile, mentre chi andrà via dal Bayern è il brasiliano Rafinha. Senza dimenticare profili meno vincenti, ma comunque ghiotti come Matteo Darmian, Nacho Monreal e Alberto Moreno. A centrocampo affascina il nome di John Obi Mikel: il nigeriano ha vinto tutto in 12 di Chelsea, ora è al Middlesbrough ma a 32 anni ha ancora tanto da dare al calcio. Il nome più interessante resta quello di Hector Herrera, giocatore di livello assoluto nel Porto e nella nazionale messicana che però sembra ormai già destinato all’Atletico Madrid. Al Dragao c’è anche Yacine Brahimi, accostato a diverse squadre della Serie A: i nerazzurri possono farci un pensierino per il dopo-Perisic. L’algerino ha caratteristiche completamente diverse, ma è più imprevedibile e ha una grande tecnica.

Leggi anche —-> Calciomercato Inter, da Radu e Bastoni a Politano: il punto sui prestiti per l’estate

Il profilo più suggestivo è senza dubbio quello di Arjen Robben: il 35enne olandese ha già annunciato l’addio al Bayern Monaco. Non ha bisogno di presentazioni, ha un pedrigree come pochi altri: l’ingaggio è alto ma a preoccupare in questo caso sono soprattutto le sue condizioni fisiche. Sulla trequarti, per aggiungere qualità a una squadra che spesso ha dimostrato di non averne, ci sono Juan Mata e Samir Nasri. Il primo è una pista che può scaldarsi, il secondo è in declino e rappresenterebbe una scommessa. In avanti stuzzica Ryan Babel, circa 80 presenze europee, che andrà via dal Fulham (ormai praticamente retrocesso): l’olandese, anche in un’annata complicata, è stato sempre decisivo. Occasione importante può essere anche Olivier Giroud, con il Chelsea che potrebbe non esercitare l’opzione per il rinnovo annuale. Dopo aver vinto tutto con il PSG, Ben Arfa sta facendo vedere buone cose anche con il Rennes: la qualità non si discute, potenzialmente è un acquisto dall’alto rendimento. Infine Daniel Sturridge, una garanzia assoluta in termini di gol e strappi palla al piede: sul futuro ex Liverpool, però, ha messo gli occhi con prepotenza il Leicester.

F.I.