Calciomercato, come cambia la squadra con Piatek: possibile il tandem con Cutrone

Calciomercato, come cambia la squadra con Piatek: possibile il tandem con Cutrone

Calciomercato Milan
Piatek ©Getty Images

Piatek dovrebbe essere l’eredi di Higuain al Milan. Con il polacco in squadra, Gattuso potrebbe anche cambiare modulo

Oggi potrebbe essere un giorno importante per il Milan. Con Higuain ormai destinato a continuare la sua stagione al Chelsea, i rossoneri potrebbero arrivare alla fumata bianca definitiva con il Genoa e abbracciare Krzysztof Piatek. Il polacco è stata la vera rivelazione di questa stagione, visti i 19 gol siglati tra campionato e Coppa Italia. È lui il prescelto dalla dirigenza rossonera per ereditare dal Pipita le chiavi dell’attacco.

L’approdo del classe ’95 a Milano potrebbe sconvolgere in parte lo scacchiere tattico di Gattuso. Piatek infatti è diverso da Higuain, in quanto più che abbassarsi per far gioco preferisce giocare maggiormente all’interno dell’area di rigore, luogo in cui risulta difficilmente controllabile dalle difese avversarie. Se a questo ci si aggiunge un Cutrone in bella mostra in questo campionato e già a quota nove centri in stagione, il tecnico calabrese potrebbe anche decidere di accantonare il suo 4-3-3.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Calciomercato Milan, con Piatek spazio a un possibile 4-4-2 assieme a Cutrone

Con l’arrivo di Piatek e il buon rendimento di Cutrone, Gattuso potrebbe iniziare a far avanzare nelle sue gerarchie il 4-4-2 come modulo di base. Questo assetto comporterebbe l’arretramento in mediana di Suso. Lo spagnolo migliorerebbe sicuramente le doti di palleggio del reparto, orfano delle qualità tecniche di Biglia e Bonaventura. Cutrone inoltre sarebbe il supporto perfetto per un attaccante come Piatek, a cui piace partire in profondità ed essere servito in verticale dai compagni.

Qualora il 4-4-2 non portasse i risultati sperati, Gattuso potrebbe comunque tornare al 4-3-3, con Piatek unica punta e supportato da Calhanoglu o Borini sulla sinistra (quest’ultimo in gol ieri sera contro il Genoa) e da Suso o, all’occorrenza, Castilejo sulla sinistra.