Fantacalcio, cosa accadrà sul mercato dei centrocampisti: da Nainggolan a Fabregas

Fantacalcio, cosa accadrà sul mercato dei centrocampisti: da Nainggolan a Fabregas

Fabregas Milan
Fabregas (Getty Images)

Il centrocampo è il reparto nevralgico del calcio e… del Fantacalcio: cosa succederà a gennaio in vista dell’asta di riparazione?

Una buona Fantarosa ha un centrocampo in grado di fornire bonus decisivi ai fini della vittoria finale. Casi come quello Mertens da 28 gol di 2 stagioni fa, quest’anno non ci sono ma altri ‘CC’ stanno facendo bene. Alcuni invece non stanno impressionando e potrebbero lasciare le loro squadre già nel calciomercato di gennaio. Uno di questi è Javier Pastore, argentino sul quale molti Fantallenatori hanno puntato ricordandolo ai tempi del Palermo. El Flaco però, non è più quello del Barbera e, salvo un cambio di rotta improvviso, è uno dei flop più grandi di questa stagione tanto che, alla giusta offerta, la Roma potrebbe anche lasciarlo andare. Sicuro di restare invece, almeno per i prossimi 6 mesi, è Radja Nainggolan. Il Ninja ha iniziato la sua esperienza fra alti (pochi) e bassi (molti) ed ha un girone di ritorno per riscattarsi, anche agli occhi dei suoi Fantamister.

per le ultime notizie sul Fantacalcio—> clicca qui!

Fantacalcio, chi potrebbe arrivare dall’estero

Il nome più gettonato che potrebbe arrivare dai campionati esteri è Cesc Fabregas, dalla Premier League, più precisamente dal Chelsea di Maurizio Sarri. La squadra indiziata per prenderlo è il Milan di Gennaro Gattuso, a caccia di rinforzi a centrocampo dopo gli infortuni di Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura. Attenzione sempre a Milano, ma stavolta sponda nerazzurra dove resta vivo l’interesse per Mousa Dembélé, in scadenza di contratto al Tottenham. Piace anche Nandez, esterno del Boca Juniors, accostato anche al Cagliari di Rolando Maran. Con ogni probabilità invece, i Fantallenatori non potranno tornare a battersi all’asta per Paul Pogba. Il centrocampista, campione del Mondo con la Francia, sembrava in uscita dal Manchester United sotto la guida di Josè Mourinho, ma l’arrivo di Solskjaer, almeno fino al termine della stagione, ha cambiato le carte in tavola su un suo possibile comeback alla Juventus.

Giorgio Trobbiani