Cuadrado
Cuadrado © Getty Images

Prossimamente la Juventus discuterà per risolvere questioni contrattuali di Cuadrado e di Benatia, in scadenza nel 2020. Due i possibili scenari all’orizzonte: prolungamento o cessione a giugno.

La Juventus si sta confermando per l’ennesima stagione la regina della Serie A. L’arrivo di Cristiano Ronaldo nel corso del calciomercato estivo ha sicuramente portato quella determinazione e quel carattere che potevano difettare in una squadra già decisamente competitiva. La forza della Vecchia Signora in questi anni è derivata anche da elementi che hanno saputo fare bene ogniqualvolta chiamati in causa. Tra questi una menzione la meritano Juan Cuadrado e Medhi Benatia. Entrambi i calciatori, visti i rispettivi contratti in scadenza nel giugno del 2020, saranno chiamati a discutere i rinnovi con la società bianconera. Tra le due situazioni, quella che risulta essere più spinosa riguarda il marocchino. Arrivato a Torino dal Bayern Monaco nella stagione 2016/2017, Benatia ha collezionato finora 57 presenze, per un totale di quasi 4500’ e 5 gol. Pur essendo stato spesso considerato dal proprio tecnico come primo ricambio in difesa, l’ex giallorosso si è sempre distinto per attaccamento, professionalità e bravura ogni qual volta chiamato in campo. Allegri non ha mai nascosto la stima nei confronti del difensore, ponendolo al centro della difesa anche nelle importanti gare di Champions League.

Sul futuro del centrale la dirigenza juventina dovrà necessariamente compiere diverse riflessioni, poiché nel 2020 Benatia spegnerà 33 candeline. Gli scenari all’orizzonte potrebbero quindi portare o a una cessione a giugno per monetizzare il più possibile sul suo cartellino, risparmiando sul pesante ingaggio di 5,18 milioni di euro annui lordi del calciatore, oppure a un prolungamento di una o due stagioni, spalmando magari lo stipendio.

Calciomercato Juve, si discute sul futuro di Cuadrado e Benatia

Benatia
Benatia © Getty Images

A differenza del collega marocchino, la situazione relativa a Cuadrado, co-titolare dell’out di destra della difesa bianconera, appare meno problematica. L’ex Fiorentina, che ha un anno in meno di Benatia, è fondamentale per questa squadra proprio per la grande duttilità che gli consente di occupare con disinvoltura tutti i ruoli della fascia di competenza. Questo gli ha permesso di disputare ben 124 partite dalla stagione 2015/2016 a oggi, collezionando più di 7800’, 13 gol e ben 31 assist. L’idea che circola nell’ambiente bianconero è che colombiano e società possano accordarsi per prolungare il matrimonio per una o due stagioni, ritoccando verso l’alto lo stipendio del ragazzo. In caso contrario, se non si dovesse trovare un accordo, anche per Cuadrado ci sarà la cessione a giugno.