L’attuale tecnico bianconero, in scadenza nel 2020, potrebbe cambiare aria in caso di raggiungimento di tutti gli obiettivi stagionali. Per la sua eventuale sostituzione, sempre viva la pista Zidane che potrebbe ‘portare’ a Torino anche il nuovo centrale

La Juventus di Massimiliano Allegri continua a macinare vittorie su vittorie in questi primi impegni stagionali. Nove su dieci in campionato, solo un pareggio contro il Genoa, tre su tre in Champions League con l’ultima prestigiosa vittoria all’Old Trafford contro il Manchester United di José Mourinho. Un cammino praticamente netto quello dei bianconeri che viaggiano spediti in Italia e in Europa verso gli obiettivi stagionali: Champions, scudetto e Coppa Italia, in rigoroso ordine d’importanza. Dopo sette titoli di Campione d’Italia consecutivi, con l’arrivo di Cristiano Ronaldo si punta decisamente alla coppa dalle grandi orecchie che a Torino manca dal 1996. E in caso di raggiungimento di questo prestigioso traguardo, Allegri potrebbe decidere di lasciare la Juventus per una nuova esperienza, dopo cinque anni.

Calciomercato Juventus Zidane Varane Allegri Real Madrid
Zinedine Zidane e Raphael Varane @ Getty Images

Calciomercato Juventus, Zidane sostituto di Allegri. Idea Varane per la difesa

Dunque, nel caso in cui le strade del livornese e del club presieduto da Andrea Agnelli dovessero separarsi, il nome più caldo che circola, da tempo, per la sostituzione è quello di Zinedine Zidane. Il francese, ex giocatore della Juventus, ha lasciato il Real Madrid l’estate scorsa dopo la vittoria della terza Champions consecutiva, un vero e proprio record. Accostato con insistenza al Manchester United per il post Mourinho, Zidane potrebbe rappresentare il futuro della panchina bianconera, un nome gradito a società e tifosi. E il tecnico 46enne potrebbe dare una mano anche per rinforzare e ringiovanire la difesa nella prossima stagione. Uno dei fedelissimi di Zidane è Raphael Varane, 25enne campione del Mondo con la Francia e campione d’Europa col Real Madrid. Dal 2011 è nel club castigliano, con cui ha un contratto fino al 2022 (clausola rescissoria pari a 200 milioni di euro), ma alla fine di questa annata potrebbe profilarsi una vera e propria rivoluzione che potrebbe coinvolgere anche il centrale. E la Juventus, visti anche gli ottimi rapporti con Perez, potrebbe farsi avanti e giocarsi la carta ‘Zizou’. Una suggestione e nulla di più, per ora. Ma Paratici ormai ci ha abituato a grandissimi colpi che, sulla carta, sembrano impossibili. CR7 insegna.