Udinese-Sampdoria 0-2 / Tabellino e pagelle

calciomercato » Calciomercato Sampdoria » Udinese-Sampdoria 0-2 / Tabellino e pagelle
sabato, 5th febbraio, 2011

UDINESE SAMPDORIA TABELLINO VOTI/ PAGELLE E TABELLINO UDINESE SAMPDORIA/ Udine – PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE – SAMPDORIA/UDINE – Udinese sul velluto, contro una Sampdoria pericolosamente in crollo verticale. Sugli scudi il duo Sanchez-Di Natale, buono anche il lavoro degli esterni friulani. Nella Sampdoria difficile trovare un giocatore sopra la sufficienza.

UDINESE

Belardi 6 – Praticamente inoperoso a larghi tratti, dimostra attenzione.
Benatia  6,5 – Contiene Koman senza grosse difficoltà, aiutato da Isla all’occorrenza. Gara senza grossi pericoli.
Zapata 6,5 – Maccarone è un avversario non facile sulla carta. Lo gestisce senza troppi patemi d’animo. Quando concentrato, il rendimento è sempre elevato.
Coda 6,5 – Le occasioni per la Sampdoria sono veramente poche. Inserito al posto di Domizzi, non si trova mai in grosse difficoltà. Esce vincitore dal duello con Biabiany e Maccarone.
Isla 7 – Una delle chiavi dell’ottima stagione dei friulani è rappresentata dalla capacità degli esterni di aprire le difese avversarie e creare spazi per gli avanti. Lui in questo è bravissimo.
Abdi 6,5 – Buona prova in fase di interdizione e fraseggio. Aiuta a contrastare e chiudere quando gli avversari raddoppiano su Isla, non rinuncia a provare qualche uno-due pregevole. Pinzi s.v. – Dal 79′.
Inler 6,5 – Lascia spesso l’iniziativa ad Abdi e Asamoah, concentrandosi come uomo d’ordine in mezzo al campo e regalando comunque una prova di qualità.
Asamoah 6,5 – Il più esplosivo dei tre centrocampisti centrali friulani, quando prova l’inserimento crea superiorità numerica, sfruttando le sovrapposizioni di Sanchez e Armero.
Armero 7 – Sovrapposizioni continue e accelerazioni che aprono gli spazi agli inserimenti di Sanchez e Di Natale. Domizzi s.v. – Dentro nel finale
Sanchez 8 – Fa saltare gli schemi difensivi blucerchiati, costringendo gli avversari al fallo ogni volta che prova il cambio di passo.
Di Natale 8 – Ci sono volte in cui il doppio impegno settimanale si fa sentire, ma la qualità e la pericolosità dell’attaccante bianconero sono una costante, anche nelle giornate no. 100 gol. Denis s.v. – Dal 66′

All.: Guidolin 8 – Udinese sempre al top. Inizia la rincorsa al quarto posto. I bianconeri escono dal confronto con Inter, Juventus e Sampdoria con 9 punti. Prova di forza notevole.

SAMPDORIA

Curci 5,5 – Non è particolarmente colpevole sui gol, ma non regala certo parate memorabili.
Lucchini 5,5 – Fatica sulla fascia. L’infortunio al volto sconsiglia il suo impiego come centrale, nonostante la maschera, ma in fascia manca della giusta velocità contro Armero e Sanchez.
Martinez 6 – L’assenza di Gastaldello si fa sentire. Il suo arrivo da Brescia non sembra essere sufficiente a migliorare la qualità della difesa blucerchiata.
Volta 5 – Gioca prevalentemente sfruttando il fisico e, contro avversari più rapidi e sguscianti, ad ogni accelerazione va inevitabilmente in affanno.
Ziegler 5  – Su e giù per la fascia senza lasciare mai il segno o andare al cross con costanza. Prestazioni sempre nella norma, senza grandi spunti.
Dessena 5,5 – Messo a coprire la corsia di destra, in una posizione non abituale, non regala una prova  negativa, senza però brillare in modo significativo. Mannini s.v. – Dal 75′
Palombo 5 – La Sampdoria ha perso in sei mesi Cassano e Pazzini. Del trio che ha portato la scorsa stagione la squadra di Garrone al quarto posto è rimasto solo lui. Appare demotivato.
Tissone 5 – Non porta qualità o pressing che permettano alla Samp di creare problemi. Guberti 6,5 – Dal 57, entra nel momento migliore dei suoi dimostrandosi positivo.
Koman 5 – Praticamente mai pericoloso, una delle delusioni di questa stagione. Dimostra di dover maturare ancora prima di essere importante in un club blasonato.
Biabiany 5 – Qualche accelerazione ma anche tanta confusione. Mezzi fisici notevoli, ma ratio calcistica limitata.
Maccarone 5 – Praticamente mai pericoloso, arrivato da poco in una Sampdoria in piena crisi e chiamato a raccogliere l’eredità di Pazzini. Missione impossibile. Macheda s.v.: Dal 70′

All.: Di Carlo 5 – La squadra sembra costruita per fare un campionato di bassa classifica, le aspettative dei tifosi sembrano non essere in linea con questo progetto e la colpa ricade su di lui.
Arbitro: Pierpaoli 6 – Nessun problema, gara tranquilla.

TABELLINO

Udinese (3-5-2): Belardi; Benatia, Zapata, Coda; Isla, Abdi, Inler, Asamoah, Armero; Sanchez, Di Natale. A disposizione: Koprivec, Domizzi, Pasquale, Badu, Pinzi, Denis, Corradi. Allenatore: Guidolin

Sampdoria (4-4-2): Curci; Lucchini, Martinez, Volta, Ziegler; Dessena, Palombo, Tissone, Koman; Biabiany, Maccarone. A disposizione: Da Costa, Zauri, Zaza, Laczko, Mannini, Guberti, Macheda. All.: Di Carlo

MARCATORI: Sanchez (U) 18′, Di Natale (U) 40′,
AMMONITI: Lucchini (S) 17′, Di Natale (U) 40′, Volta (S) 43′, Abdi (U) 59′,
ESPULSI: