Udinese-Inter 3-1/ Tabellino e pagelle

calciomercato » calciomercato Inter » Udinese-Inter 3-1/ Tabellino e pagelle
domenica, 23rd gennaio, 2011

PAGELLE E TABELLINO UDINESE INTER / UDINE – Si ferma davanti ad una straripante Udinese la rincorsa tricolore dell’Inter. I nerazzurri reggono quasi un tempo poi vengono travolti dai colpi di Sanchez e Di Natale e dalla migliore condizione fisica degli avversari. Male Maicon ed Eto’o, si salva solo Stankovic. Tra i bianconeri imprendibile Armero, bene anche Handanovic e Zapata.

UDINESE

Handanovic 6.5 – Una sua prodezza evita il raddoppio dell’Inter, poi dice di no in un altro paio di occasioni.

Benatia 6.5 – Ferma chiunque si presenti dalle sue parti. Con i compagni di reparto annulla Eto’o.

Zapata 7 – Guida la difesa con estrema naturalezza e trova anche il modo di andare in gol: fenomenale.

Domizzi 6.5 – L’inizio lascia presagire il peggio: dopo l’1-1 sale di tono e riesce anche a mettere il suo nome nel tabellino dei marcatori.

Isla 6.5 – Dei due laterali è quello che si deve dedicare di più alla fase difensiva: svolge con bravura il suo compito e quando si sgancia manda in crisi Chivu.

Pinzi 6 – Il suo lavoro è quello meno evidente, si dedica al recupero dei palloni e nella sua zona alza un cartello: di qui non si passa.

Inler 6 – È il direttore di un’orchestra che gira a mille: i suoi compagni gli facilitano il compito facendosi trovare sempre liberi da marcature.

Asamoah 6.5 – Le sue sovrapposizioni sulla sinistra sono devastanti per la difesa nerazzurra: corsa e qualità a servizio della squadra.

Armero 7 – Una vera forza della natura: Maicon non riesce mai a fermarlo e non trova lo spazio per attaccarlo. Quando la palla è nei suoi piedi nasce sempre un pericolo.

Sanchez 7 – Driblling, scatti, tiri: argenteria in mostra davanti alla squadra che lo vorrebbe acquistare.

Di Natale 7 – Il gol su punizione è il giusto premio a una partita giocata da fuoriclasse. (dal 41′ st Denis sv)

All. Guidolin 7.5 – La sua squadra mette in mostra il miglior calcio d’Italia: velocità e grinta al servizio di una tecnica sopraffina.

INTER

Castellazzi 5.5 – Primo tempo da dimenticare per il sostituto di Julio Cesar, che si fa trovare impreparato nei primi due gol friulani. Nella ripresa si riscatta con un paio di interventi che impediscono la goleada.

Maicon 5 – Perde, e male, il duello con Armero: non solo non riesce a fermarlo quando attacca, ma non trova neanche il modo di approfittare delle sue pecche in fase difensiva.

Lucio 6 – Il migliore del pacchetto difensivo: lotta contro i due diavoli bianconeri che dalle sue parti trovano più difficoltà a passare.

Cordoba 5.5 – Dei difensori è quello che dovrebbe reggere meglio il passo contro Di Natale e Sanchez, invece è quasi sempre in difficoltà e in occasione del terzo gol sbaglia a salire, lasciando libero Domizzi.

Chivu 5.5 -Isla attacca poco ma quando lo fa riesce sempre a superarlo. Prova a dare una mano al centro area senza risultati apprezzabili. (dal 46′ st Santon sv).

J.Zanetti 6 – L’unico del centrocampo che prova a fare qualcosa contro la superiorità avversaria ma non trova l’appoggio dei compagni.

Cambiasso 5 – Non entra in partita, mai. È uno spettatore in campo: non riesce a coprire e non prova quasi mai ad inserirsi in avanti.

Motta 5.5 – L’inizio è promettente poi si spegne come tutta la squadra, surclassato dalla fisicità dell’Udinese. (dal 25′ st Biabiany 5.5 – Entra quando la partita ormai è già compromessa e non ne cambia il corso)

Stankovic 6.5 – Non solo il gol: l’unico a rendersi pericoloso tra i nerazzurri. Handanovic gli nega la gioia della doppietta che poteva cambiare il corso della partita.

Pandev 5 – Ancora una prestazione sotto tono: non riesce mai a trovare la posizione giusta, nè a rendersi pericoloso.

Eto’o 5 – Oggi gira a vuoto: per vie centrali non riesce a sfondare e allora prova ad allargarsi ma senza fortuna. Pesa sulla sua prestazione l’assenza di Milito

All. Leonardo 5 – Prima o poi doveva arrivare anche una sconfitta: lui però assiste alla disfatta senza provare a far nulla per invertire il corso dell’incontro.

Arbitro Morganti 6 – Lascia molto correre, favorendo un questo modo l’aggressività dei padroni di casa: il metro di giudizio però è uniforme in tutti i 90 minuti.

UDINESE-INTER 3-1

Udinese (3-5-2): Handanovic; Benatia, Zapata, Domizzi; Isla, Pinzi, Inler, Asamoah, Armero; Sanchez, Di Natale (dal 41′ st Denis). A disp.: Belardi, Coda, Pasquale, Badu, Abdi, Corradi. All.: Guidolin

Inter (4-3-1-2): Castellazzi; Maicon, Lucio, Cordoba, Chivu (dal 46′ st Santon); J. Zanetti, Cambiasso, T.Motta (dal 25’st Biabiany); Stankovic; Pandev, Eto’o. A disp.: Orlandoni, Ranocchia, Materazzi, Mariga, Obi. All.: Leonardo

Arbitro: Morganti

Marcatori: 15′ pt Stankovic (I),  20′ pt Zapata (U), 24’pt Di Natale (U), 23′ st Domizzi (U)

Recupero: 0′ e 4′.

Ammoniti: Motta, Cordoba, Chivu, Stankovic

Fonte: Calciomercato.it