Brescia-Sampdoria/ Le pagelle

calciomercato » Calciomercato Sampdoria » Brescia-Sampdoria/ Le pagelle
domenica, 12th dicembre, 2010

getty images

BRESCIA – La Sampdoria manca in fase conclusiva, con un Pazzini troppo isolato e nessun giocatore in grado di far saltare gli schemi difensivi dei lombardi con una giocata inattesa. Nel Brescia, buona prova del duo centrale Zebina – Bega e cuore da vendere.

BRESCIA

Sereni 6 – Pochi interventi degni di nota. Sul taccuino la parata al 71′ su Pazzini, che salva il risultato.
Zambelli 6,5 – Buona prova in fase di chiusura, la Samp non riesce a passare sulle fasce.
Zebina 7 – Dopo il disastro di San Siro, l’ex bianconero regala una prova attenta e carismatica.
Bega 7 – Aiuta a chiudere quando Dallamano va in difficoltà per i raddoppi sugli esterni degli avversari. Prova di esperienza.
Dallamano 6 – In grossa difficoltà all’inizio della gara, si riprende grazie all’aiuto dei compagni.
Cordova 6,5 – Gol prezioso e anche un po’ fortunato, regala le giuste geometrie a centrocampo. Esce per infortunio. Budel 6 – Dal 39′, tiene il campo con diligenza.
Vass 6 – Porta la croce per i suoi, in un modulo molto sbilanciato in fase offensiva. Baiocco s.v. – Dal 74′.
Hetemaj 6 – Insieme a Vaas forma la diga del centrocampo biancoazzurro. Cala nella ripresa.
Diamanti 6 – Quando accelera, cambia il ritmo alla gara, mettendo in apprensione tutto il reparto difensivo avversario. Paga un terreno non eccezionale. Mareco s.v. – Dall’84’.
Possanzini 6 – Prova di grinta e sacrificio. Da 10 anni non va a segno in Serie A, Beretta lo lancia dall’inizio, mostrando fiducia e stima per le sue qualità.
Kone 6,5 – Buoni spunti in fase di dribbling e inserimento, manca in doti realizzative. Prestazione fisica degna di nota.

All.: Beretta 6 – Gara molto positiva da parte dei suoi. Riporta il Brescia al successo.

SAMPDORIA

Curci 5 – Grave errore sul tiro di Cordova che regala il gol dell’uno a zero alle rondinelle.
Cacciatore 6 – Buon lavoro anche in fase di spinta, contribuisce a metter pressione alla corsia mancina avversaria. Esce per infortunio. Accardi 6 – Dal 44′. Giocatore diverso per attitudine, non demerita.
Volta 6 – Contiene gli avversari, provando a diventare pericoloso di testa quando la Samp ha un calcio da fermo. Un po’ macchinoso in fase di chiusura, si salva col fisico.
Lucchini 6 – Gli avanti bresciani non lo impensieriscono, gioca una gara sufficiente, senza interventi degni di nota.
Ziegler 5,5 – Non spinge in maniera continua, limitandosi al minimo sindacale. Prova su calcio piazzato, con scarsi risultati.
Mannini 6,5 – Gran primo tempo, nella ripresa cala fisicamente e non trova più l’appoggio di Cacciatori in fase offensiva. Pozzi s.v. – Dal 72′.
Tissone 6,5 – Agisce in cabina di regia, dimostrando buona personalità. Ha soppiantato il giovane Poli da tempo, ormai.
Palombo 6 – Riesce a contenere i danni, ma la condizione atletica non appare ottimale. Prova la via del gol da lontano, senza fortuna.
Guberti 5 – Poco incisivo sulle fasce, prova a cambiare passo nella ripresa, senza grossi risultati. Di Carlo lo toglie. Koman 5 – Dal 56′. Non cambia volto alla squadra. Poco più di mezz’ora per lui.
Pazzini 6,5 – Fa vedere qualche cosa buona, e si dimostra l’unico tra gli avanti doriani in grado di impensierire gli avversari. Velenoso, ma sfortunato e troppo solo.
Marilungo 6 – Giocatore dalle spiccate doti offensive, fatica ancora a trovare la giusta collocazione in campo. Squadra costruita su misura per Cassano, lui è un altro tipo di giocatore.

All.: Di Carlo 6 – La Sampdoria fa una buona gara, senza però pungere. A gennaio serve un sostituto per Cassano.

Arbitro: Giannoccaro 5,5 – Lascia giocare, limitando gli interventi e i cartellini. Sorvola su un’intervento di Zambelli su Palombo al 74′, che farà discutere.