Mercato Juventus, Milan e Parma/ Esclusivo agente Borini: “Nessun contatto”

calciomercato » calciomercato Juventus » Mercato Juventus, Milan e Parma/ Esclusivo agente Borini: “Nessun contatto”
mercoledì, 24th novembre, 2010

MERCATO JUVENTUS, MILAN E PARMA AGENTE BORINI/ BOLOGNA – In scadenza di contratto con il Chelsea a giugno del 2011 e accostato nei giorni scorsi a Juventus, Milan e Parma, Fabio Borini è stato messo fuori rosa dalla dirigenza dei ‘Blues’ in seguito al mancato accordo per il rinnovo. “Per ora non abbiamo trovato un accordo per il rinnovo, ma il ragazzo in questo momento è sotto contratto con il Chelsea e io non ho avuto contatti con altre squadre – esordisce l’agente del giocatore Marco De Marchi, intervistato in esclusiva da Calciomercatoweb.it -. La scorsa stagione ha collezionato dieci presenze in prima squadra, quest’anno è stato messo fuori rosa. Il ragazzo soffre molto per questa situazione, ma nonostante ciò sta dimostrando ancora una volta grande professionalità nella squadra riserve: ha fatto due gol nell’ultima amichevole contro il Bayern Monaco entrando nel secondo tempo; contro il WBA ha fatto cinque gol e la settimana prima aveva fatto un gol e un assist contro il Liverpool. Ha 19 anni, è nel giro dell’Under 21, non ho nessun tipo di preoccupazione per il futuro: nel momento in cui arriverà a scadenza è possibile che le squadre di cui si scrive in questi giorni possano pensare a lui, ma in questo momento non ho parlato con nessuna squadra, anche perché non è corretto”. Ultimamente Juventus e Milan hanno scelto di puntare spesso sui giovani. “Chi conosce Borini sa che si tratta di un giocatore di alto livello: per caratteristiche tecniche ed umane. Ha una mentalità sraordinaria, è il primo ad arrivare agli allenamenti e l’ultimo ad andarsene. L’intenzione del ragazzo è di rimanere in Inghilterra. Possibilità di rinnovo? Per indole non chiudo la porta a nessuno, soprattutto nel calcio dove le porte spesso si chiudono per poi riaprirsi. Siamo attenti a tutto, l’importante è continuare a crescere. Ancelotti? Non dimentichiamo le parole dette anche pubblicamente dall’allenatore su Fabio. Anche Carlo ha detto che non può paragonarsi a Ferguson, perché a lui spettano solo le scelte tecniche, ma la stima dell’allenatore nei suoi confronti credo non sia mai mancata, perché si fa voler bene da tutti dando sempre il 120%. Come indole mi ricorda molto Vialli, un giocatore che vorrei sempre nella mia squadra. Ci ho giocato alla Juventus, quando già aveva vinto tutto eppure ogni giorno lo viveva per migliorarsi e porsi nuovi traguardi. Borini me lo ricorda per la voglia di lottare e di essere leader. Gianluca, da amico qual è, mi perdonerà sicuramente questo paragone (sorride, ndr)”.