Bologna-Lecce / Pagelle e Tabellino

calciomercato » News Calcio » Bologna-Lecce / Pagelle e Tabellino
sabato, 6th novembre, 2010

PAGELLE E TABELLINO BOLOGNA-LECCE / Torna a vincere il Bologna diAlberto Malesani, e lo fa nel segno di Marco Di Vaio. E’ lui che ha preso in mano nel finale la squadra rossoblù e la ha condotta, con un gol ed un assist per Gimenez, al 2-0 sul Lecce. La seconda vittoria stagionale al ‘Dall’Ara’ ha allontanato i felsinei dall’ultimo posto in classifica, permettendo loro di agganciare proprio il Lecce a quota 11. Dal canto suo la squadra di De Canio ha avuto il demerito di incassare due gol in pochi minuti rendendo vano qualsiasi tentativo di recupero nel finale.

LE PAGELLE

BOLOGNA:

VIVIANO 6,5: Non viene chiamato in causa quasi mai, ma nelle poche occasioni in cui gli capita di intervenire si fa trovare prontissimo.

GARICS 6: Meno propositivo di altre volte, l’ex Napoli si distingue comunque per un ottimo lavoro in fase difensiva

PORTANOVA 6,5: Gigante dell’area di rigore. Di testa non manca un intervento. Esce nel finale dopo aver rimediato una ferita al naso.

BRITOS 6: Non commette errori nella marcatura di Corvia. Nel finale soffre l’assenza del compagno di reparto Portanova.

RUBIN 6: Dalla sua parte il Lecce non si rende mai pericoloso, ma lui non ne approfitta e non mette in evidenza le sue doti atletiche.

PEREZ 6: Solita grinta in mezzo al campo, ma nelle ultime settimane l’uruguayano manca di lucidità in fase di possesso.

Il peggiore RADOVANOVIC 5,5: L’ex Pisa e Atalanta ha il ruolo di ragioniere del centrocampo, ma non riesce mai a dettare il ritmo di gioco della squadra, commettendo anche qualche errore in fase di manovra.

DELLA ROCCA 6: Prestazione appena sufficiente. Un pizzico di intraprendenza in più non avrebbe guastato.

BUSCE 6: Non è il Buscè dei tempi migliori. Rispetto ai tempi di Empoli ha meno fiato ed è meno servito dai compagni. Nel primo tempo serve un pallone invitante a Di Vaio che spreca malamente.

MEGGIORINI 5,5: Manca di assistere Di vaio la davanti. Non riesce ancora a trovare la giusta intesa col capitano rossoblù, e quando questi lo mette davanti alla porta sbaglia puntualmente.

IL MIGLIORE: DI VAIO 7,5: E’ lui l’uomo partita. Ottanta minuti a cercare con pazienza il giusto guizzo o la giusta imbeccata, poi si scatena: gol, assist e partita chiusa.

CASARINI s.v.: Malesani lo inserisce quando si fa male Radovanovic a 15′ dal termine

RAMIREZ 7: Entra e cambia la partita, dando vivacità alla manovra del Bologna e garantendo verticalizzazioni pericolose. Sfiora il gol su calcio di punizione.

GIMENEZ 6,5: Ancora una volta parte fuori, e ancora una volta dimostra che il suo posto è in campo con un gol da opportunista nell’unica occasione capitatagli.

MALESANI 6: Lascia fuori Ramirez e Gimenez e il Bologna non decolla. Rimedia inserendoli nella ripresa.

LECCE

IL PEGGIORE: ROSATI 5: Su entrambi i gol c’è il suo zampino, specialmente sul secondo quando manca clamorosamente un’uscita nell’area piccola.

RISPOLI 5,5: Nel primo tempo si fa sfuggire un paio di volte Buscè. meglio nella ripresa.

GUSTAVO 5,5: Il primo gol nasce da una disattenzione abbastanza clamorosa sua e di tutto il reparto difensivo.

GIULIATTO 6: Il migliore della difesa giallorossa. Ha però qualche problema nell’effettuare la trappola del fuorigioco.

MESBAH 6: Nella ripresa ha sul destro l’occsasione per sbloccare il match ed invece tira goffamente di sinistro. Per il resto non una brutta prova.

MUNARI 5,5: Mancano i suoi inserimenti e le sue geometrie in mezzo al campo.

GIACOMAZZI 6: Solido in fase difensiva, propositivo in avanti: il solito faro del centrocampo pugliese.

GROSSMULLER 6: Molto attivo e dinamico sulla fascia sinistra, confeziona con Di Michele qualche buon contropiede soprattutto nella fase iniziale della ripresa.

PIATTI 5,5: La brutta copia del Piatti visto a Roma. Non si inserisce con continuità senza palla come aveva fatto una settimana fa.

IL MIGLIORE DI MICHELE 6,5: Non sbaglia mai la giocata. E’ l’unica lampadina accesa in questa serata emiliana del Lecce. Non ottiene da Corvia una collaborazione adeguata.

CORVIA 5,5: Cerca di collaborare con Di Michele ma non è lucido come dovrebbe. Nel secondo tempo ha un calo fisico che lo porta a fallire alcune buone occasioni.

COPPOLA s.v: Entra alla mezzora della ripresa al posto di Grossmuller.

VIVES 6: Buono il suo approccio alla gara dopo il suo ingresso al posto di Piatti.

JEDA 6: Entra una manciata di minuti ed è il più pericoloso dei suoi. Si procura una doppia occasione nel finale.

DE CANIO 5,5: Non commette errori sostanziali. Le prestazioni di Piatti e Munari, non all’altezza del solito, non sono certo colpa sua.

IL TABELLINO:

BOLOGNA- LECCE 2-0

(primo tempo 0-0)

MARCATORI: 39′ s.t. Di Vaio, 40′ s.t. Gimenez.

BOLOGNA (4-3-3): Viviano; Garics, Portanova, Britos, Rubin; Perez (dal 16′ s.t. Ramirez), Radovanovic (dal 26′ s.t. Casarini), Della Rocca; Buscè, Meggiorini (dal 33′ s.t. Gimenez), Di Vaio. (Lupatelli, Moras, Siligardi, Paponi). All.: Malesani.

LECCE (4-3-1-2): Rosati; Rispoli, Gustavo, Giuliatto, Mesbah; Munari, Giacomazzi, Grossmuller; Piatti (dal 1′ s.t. Vives); Corvia, Di Michele (dal 37′ s.t. Jeda). (Benassi, Sini, Ofere, Donati, Coppola). All.: De Canio.

ARBITRO: Orsato di Schio.

Fonte: Calciomercato.it