TORINO, Cairo smentisce le voci sulle trattative per la cessione

calciomercato » Calciomercato Torino » TORINO, Cairo smentisce le voci sulle trattative per la cessione
giovedì, 21st ottobre, 2010

TORINO – Sembra non avere tregua il Torino di Urbano Cairo, che da anni non riesce a riemergere dalla palude della serie B e con le continue voci di società che si dicono pronte ad acquistare il club senza poi far seguire nessun passo concreto. In una lunga intervista rilasciata a Tuttosport Cairo spiega la situazione: ” Ribadisco che non c’è alcuna trattativa in piedi per la cessione della so­cietà. La mia smentita, come quella di Galliani riguardo la fantasiosa ipotesi legata alla Fly Emirates, dovrebbe aver già sgomberato il campo da ogni ipotesi. Ho letto poi dei dieci minuti che la Red Bull ha dedicato, nell’ambito del piano sull’espansione commerciale in Italia, al Torino. Beh, sapete cosa vi dico? La Red Bull si è fatta un po’ di pubblicità gra­tis. E dell’Etihad Airways non conoscevo nemmeno l’esisten­za. Le voci di una fantomatica acquisizione del Toro da parte di qualsivoglia sog­getto sono messe in giro unica­mente per destabilizzare l’ambiente. Avessi dovuto vendere ogni volta che sono comparsi all’orizzonte potenziali acqui­renti avrei già ceduto il Toro dieci volte. Il discorso non cam­bia, in giro c’è un’aria strana. Da un paio d’anni a questa parte, ciclicamente, si parla di trattative che non hanno il mi­nimo riscontro. Cinque anni fa qualcuno (Antonio Giraudo, come rivelato da Tutto­sport nell’edizione di ieri, ndr) ha dichiarato che questa città è in grado di sostenere una so­la squadra. Quando mi chiedo da dove escano le illazioni mi viene da chiedermi se le due vicende non siano legate. Nei confronti di questa società c’è un attacco non logico e non ac­cettabile. Ho messo in vendita il Torino lo scorso febbraio e, da allora, l’unica autentica telefo­nata per sondare il terreno l’ho ricevuta dai Tesoro. Oggi in­vece il Toro non è più sul mer­cato. Siamo ripartiti, ho messo sotto contratto un allenatore, un ds e ho sottoscritto contrat­ti importanti con alcuni gioca­tori. La società è sana, lo sbi­lancio si aggira sui 7-8 milioni di euro appena”.