SERIE A, voti e tabellino di Lecce – Catania

calciomercato » News Calcio » SERIE A, voti e tabellino di Lecce – Catania
domenica, 3rd ottobre, 2010

VOTI E TABELLINO LECCE – CATANIA – Il Lecce vince lo scontro diretto contro il Catania e conquista tre punti importantissimi in chiave salvezza. Ecco le pagelle assegnate ai protagonisti dai colleghi di calciomercato.it:

LECCE

Rosati: 7 – miracolo su Lopez dopo 300 secondi, sicuro per il resto della partita

Rispoli: 6.5 – tiene bene la sua fascia mettendosi in luce in entrambe le fasi

Fabiano: 6.5 – brutto a vedersi, ma alla fine la sua presenza fisica e la sua grinta gli permettono di spuntarla su Maxi Lopez

Ferrario: 7 – puntuale, preciso, mette la sua firma sui tre punti salentini

Mesbah: 6.5 – all’arrembaggio soprattutto nei primi 45 minuti quando si propone in avanti tanto e bene, qualche amnesia e un paio di leggerezze in fase difensiva

Grossmuller: 6.5 – duttile, prima sul centro destra e poi esterno sinistro, quantita’ e intensita’ a gogo
(dal 90′ Gustavo: s.v.)

Vives: – 6.5 – sporca quasi tutte le trame catanesi, il capitano si traveste da mastino guastafeste

Piatti: 7 – qualita’, carattere, sostanza. Insomma un po’ di tutto, l’impressione e’ che la salvezza salentina possa passare dai suoi piedi

Jeda: 5.5 – troppo defilato sulla destra, non riesce mai a incidere come vorrebbe
(dal 64′ Munari: 6.5 – da’ copertura e spinta sulla corsia destra, esattamente cio’ che De Canio gli aveva chiesto)

Corvia: 6.5 – un gol da opportunista, tantissimo movimento e muscoli a tenere palla in attacco e a far rifiatare i giallorossi

Olivera: 7 – parte male sbagliando gli appoggi piu’ banali, l’assist lo rigenera e termina la partita in crescendo, prima di essere rimpiazzato – esausto – dal tecnico salentino (dal 77′ Coppola: s.v.)

Allenatore De Canio: 6.5 – la sua grinta si vede in campo eccome. Sceglie il momento giusto per variare l’assetto dei suoi da 4-3-3 a 4-4-2 e per smorzare di conseguenza le velleita’ catanesi

CATANIA

Andujar: 6.5 – non ha colpe sul gol vittoria di Corvia, nelle poche occasioni in cui e’ chiamato in causa lui c’e’

Potenza: 5.5 – si propone bene in avanti, ma pesa come un macigno la sua dormita su Olivera, nell’occasione in cui l’uruguagio pesca Corvia per l’1-0 leccese

Silvestre: 6 – sfortunata la sua deviazione di testa sul cross di Olivera poi deviato in rete da Corvia, per il resto ordinaria amministrazione per il centrale etneo

Spolli: 5.5 – bravo nel gioco aereo, ma piede ruvido sui troppi rilanci errati

Capuano: 5.5 – non sfrutta la giornata opaca di Jeda per spingere sulla sua corsia, timidone

Carboni: 6 – playmaker che detta bene i tempi del gioco etneo nel primo tempo, esce alla pausa per motivi tattici
(dal 46′ Ledesma: 5 – moscio, non da’ intensita’ al gioco dei rossazzurri, ripartenze alla moviola)

Izco: 5.5 – arruffone, non convincono le sue (poche) percussioni sulla fascia destra, men che meno i suoi raddoppi difensivi. Coglie comunque l’esterno del montante pochi minuti prima di essere richiamato in panchina
(dal 70′ Gomez: 5.5 – la sua fantasia non riesce a incidere, ma mostra qualche numero che in prospettiva futura potra’ essere importante)

Biagianti: 5.5 – poco incisivo in mezzo al campo, intensita’ sotto il livello di guardia

Ricchiuti: 6 – pronti via e il suo piede sinistro accarezza il pallone offrendo lampi di classe, ma esce dal confronto ben prima che Giampaolo lo avvicendi con Antenucci
(dal 60′ Antenucci: 6 – l’ex Ascoli ci mette una grinta apprezzabile, ma fatica a smarcarsi nel traffico dell’area di rigore leccese)

Mascara: 6 – defilato a sinistra, si da’ un gran daffare anche in fase di copertura, ma alla fine non incide come vorrebbe

Lopez: 5.5 – il gol che si mangia dopo 5 minuti grida vendetta e perseguita il puntero argentino in un pomeriggio in cui si impegna parecchio ma non conclude nulla

Allenatore Giampaolo: 6 – prova prima col 4-1-4-1, poi con il 4-2-3-1 per terminare con un piu’ classico e offensivo 4-4-2, ma i suoi non sembrano seguirlo

Arbitro Pierpaoli: 5.5 – piace il suo modo di lasciar giocare all’inglese, ma rimane il dubbio che su un paio di episodi sospetti in area leccese (trattenute Mesbah-Izco e Mesbah-Lopez) non abbia preso la decisione corretta

TABELLINO

LECCE – CATANIA 0-1

Lecce(4-3-3): Rosati; Rispoli, Fabiano, Ferrario, Mesbah; Grossmuller (dal 90′ Gustavo), Vives, Piatti; Jeda (dal 64′ Munari), Corvia, Olivera (dal 77′ Coppola).
A disp.: Benassi, Donati, Brivio, Ofere. All.: De Canio

Catania (4-1-4-1): Andujar; Potenza, Silvestre, Spolli, Capuano; Carboni (dal 46′ Ledesma); Izco (dal 70′ Gomez), Ricchiuti (dal 60′ Antenucci), Biagianti, Mascara; Lopez
A disp.: Campagnolo, Alvarez, Terlizzi, Delvecchio. All.: Giampoalo

Arbitro: Giampaoli

Marcatore: 36′ Corvia

Ammonito: Olivera