NAPOLI, Mazzarri: “Dobbiamo concretizzare di più””

calciomercato » Calciomercato Napoli » NAPOLI, Mazzarri: “Dobbiamo concretizzare di più””
domenica, 26th settembre, 2010

Il tecnico del Napoli Walter Mazzarri

NAPOLI – Il tecnico del Napoli Walter Mazzarri ha commentato così la situazione della squadra dopo la vittoria contro il Cesena: “Colgo l’occasione per dire a tutti che abbiamo preso tre buoni giocatori come Sosa, Yebda e Cribari. Oggi hanno dimostrato che saranno utili per il futuro del Napoli e abbiamo visto di che pasta sono fatti, ed infatti nel primo tempo non abbiamo concesso niente. Nella ripresa era previsto un calo ed i titolari erano freschi e hanno deciso la partita. Napoli da trasferta? Abbiamo avuto il torto oggi come contro la Sampdoria di non riuscire a far gol, poi ci siamo scatenati. Purtroppo non concretizziamo tutto il bel gioco che fa la squadra. La posizione di Lavezzi? E’ partito da sinistra e poi è andato al centro, questo è per dare più imprevedibilità al nostro gioco, non dando punti di riferimento precisi. La piazza esigente? Me la sono cercata appositamente, a me piacciono le difficoltà e la pressione. Cavani e Gargano fondamentali? Infatti se andate a vedere il minutaggio sono quelli, assieme a Paolo Cannavaro, che sono stati più impiegati, ma quando si giocano così tante partite c’è bisogno anche per loro di riposare ed entrare quando c’è bisogno. Cavani, chi ha visto le partite precedenti, ha notato un calo che è fisiologico, come con Gargano, ed andavano preservati. Sono sicuramente giocatori più titolari di altri. Giocare alle 12.30? Sono stati bravi quelli dello staff medico e tecnico che hanno preparato bene la partita. La squalifica? E’ la prima espulsione dal campo di quest’anno, ho visto altri allenatori che hanno preso squalifiche molto maggiori di me e non se ne parla. Anche oggi avevo ragione perché nel dubbio quando si strattona alla pari si tende a dare la punizione al difensore. Non ho poi offeso nessuno. Il rigore? E’ rigore, no? Come era rigore quello di Lavezzi contro il Chievo, di cui non si è nemmeno parlato. Se è al limite è questione di centimetri, come fallo e dinamica di gioco è rigore, poi a me sembra dentro, o almeno sulla linea e mi pare faccia parte dell’area di rigore”.