Mondiali 2010, Maradona: “Il guardalinee della Spagna era Bocelli”

calciomercato » Primo Piano » Mondiali 2010, Maradona: “Il guardalinee della Spagna era Bocelli”
sabato, 3rd luglio, 2010

CITTA’ DEL CAPO – Mai banale nelle sue dichiarazioni, il ct dell’Argentina Diego Armando Maradona si lascia andare alle domande dei giornalisti. Parlando infatti della Spagna, possibile avversaria dell’Argentina in semifinale, ha detto: “La Spagna è stata molto più forte di un Portogallo che mi ha un po’ deluso visto che non ha osato abbastanza. Vorrei aggiungere che in quella partita ho visto un arbitraggio orribile. Baldassi ha fischiato a senso unico, in una sola direzione, quella spagnola. Non parliamo del guardalinee che per me era Andrea Bocelli”. 
L’estroso ct argentino parla poi anche della sua prossima avversaria, la Germania: “Siamo concentrati solo sulla sfida di domani. Sappiamo il modo in cui la Germania ha vinto contro l‘Inghilterra. Quel gol non dato agli inglesi ha condizionato l’andamento del match. I tedeschi sono stati bravi a sfruttare il momento di blackout inglese. Vorrei ricordare che l’Inghilterra ha vinto un Mondiale con un gol che non era un gol e non l’ho detto io. E’ quasi diventata una pubblicità. Non so se è stata una rivincita ma il gol dell’Inghilterra l’altro giorno era molto chiaro, così come il fattaccio del ’66. Il guardalinee deve vedere se la palla entra o no in porta, sennò cosa ci sta a fare lì? Sono cose se succedono nel calcio e continueranno ad accadere fino a quando non metteremo la tecnologia in campo”.