Mondiali 2010, Italia: ecco la nazionale degli esclusi

calciomercato » Ultim'ora » Mondiali 2010, Italia: ecco la nazionale degli esclusi
venerdì, 4th giugno, 2010

ROMA – Le convocazioni di Lippi sono ormai ufficiali e come sempre, in Italia si discute animatamente su scelte e grandi esclusi. Non sono pochi i giocatori che, per qualità o caratteristiche, avrebbero potuto far parte della spezione azzurra. Ecco la nostra personale selezione, un’ipotetica “Nazionale che non c’è”. Un gioco, con qualche avvertenza: sono stati esclusi giocatori attualmente infortunati o che hanno detto addio alla nazionale.

Portieri

Salvatore Sirigu (Palermo)
: Abbastanza scontata la sua incoronazione. Uscito dai “tagli” di Lippi, è sicuramente un portiere di sicuro affidamento.
Antonio Mirante (Parma): Reduce da una buona stagione a Parma, ha finalmente dimostrato una certa continuità.
Emiliano Viviano (Bologna): A Bologna ha dovuto fare gli straordinari. Giovane: il futuro è suo.

Difensori

Mattia Cassani (Palermo)
: Anche lui è stato uno degli ultimi a lasciare il ritiro azzurro.
Paolo Cannavaro (Napoli): Ha disputato una buonissima stagione, superiore per rendimento a quella del fratello Fabio
Andrea Masiello (Bari): La stagione eccezionale di Ranocchia e Bonucci l’ha oscurato. Punto fermo della difesa di Ventura, sia come terzino che come centrale.
Cristian Zaccardo (Parma): Al Parma sembra rinato. Ritrovata fiducia nei propri mezzi, è diventato un perno della squadra ducale.
Alessandro Gamberini (Fiorentina): Reduce da un infortunio (ma recuperato), non è riuscito a entrare nella “lista”.
Andrea Mantovani (Chievo): Il mancino del Chievo è giunto alla consacrazione in questa stagione.
Federico Balzaretti (Palermo): La duttilità, la grinta e l’esperienza ne fanno uno dei migliori terzini italiani.

Centrocampisti

Giuseppe Sculli (Genoa): Giocatore tuttofare, la sua adattabilità non è stata premiata.
Simone Perrotta (Roma): L’ex eroe del mondiale di Berlino vanta capacità come leader e una duttilità indiscutibili.
Antonio Nocerino (Palermo): Anche lui ha disputato un ottimo campionato, sotto la guida di Delio Rossi.
Daniele Conti (Cagliari): Preferirlo a D’Agostino può sembrare un azzardo, ma la stagione del Cagliaritano è stata splendida.
Andrea Poli (Sampdoria): Predestinato ad entrare nel giro azzurro.
Daniele Galloppa (Parma): L’ex giallorosso ha dimostrato nel Parma di potersi guadagnare la maglia azzurra.
Simone Padoin (Atalanta): Altro giocatore sottovalutato: tuttofare nel centrocampo dell’Atalanta.

Attaccanti

Mario Balotelli (Inter): Paga un carattere eccentrico e gli screzi con Mourinho.
Antonio Cassano (Sampdoria): Il rapporto con Lippi evidentemente non è dei migliori.
Fabrizio Miccoli (Palermo): Il terzo attaccante a non aver fatto parte della preconvocazione azzurra per problemi col CT.
Massimo Maccarone (Siena): Nel disastro Siena, ha dimostrato doti realizzative non indifferenti.
Giuseppe Rossi (Villareal): Non ha avuto una stagione brillante al Villareal, ma il potenziale è indiscutibile.
Marco Borriello (Milan): Anche lui è reduce da una stagione con qualche infortunio di troppo, ma il valore è indiscutibile.